Grande successo per L’Aura nella tappa modicana del suo breve tour in Sicilia

La giovanissima cantautrice ha conquistato tutti
, (informazione.it - comunicati stampa - spettacolo) Che l’influenza non le abbia permesso di esprimersi al massimo non è stato percepito da nessuno degli spettatori. Solo lei, L’Aura, a fine concerto, non è pienamente soddisfatta dell’esibizione e si rammarica pensando di aver reso al 50% del suo standard. «Sono in debito con tutti voi, devo tornare per far meglio» dice con la grazia di una bambina e la determinazione di una donna puntigliosa, innamorata del proprio lavoro e grata al pubblico che la ha accolta con molto calore.

A dispetto della spietata autocritica però, L’Aura sul palco del Teatro Garibaldi di Modica è stata bravissima. I fan, accorsi da diverse province della Sicilia nonostante quella modicana non fosse l’unica data del tour nell’isola, sono evidentemente entusiasti e chi non ne conosceva tutto il repertorio è stato definitivamente conquistato dalla sua voce, dai suoi testi, dalla sua garbata quanto incisiva presenza scenica.

Magistralmente accompagnata dal Gnu Quartet formato da Marco Moro al flauto, Roberto Izzo al violino, Raffaele Rebaudengo alla viola e Stefano Cabrera al violoncello, L’Aura affida l’apertura del concerto a Demons in your dreams seguita da Breathing, entrambe tratte dall’album di esordio Okumuki, entrambe interpretate accompagnandosi al pianoforte.

Alternando brani da Okumuki e Demian, il secondo lavoro discografico, L’Aura canta Dar Lin, Non è una favola, È per te, I’m so fucked up I can barely walk e Radio star.

Torna al piano per interpretare Demian e Turn around, poi presenta i componenti del Gnu Quartet e lascia loro la scena per una trascinante versione strumentale di Volta la carta di Fabrizio De Andrè. Rientrata, la giovanissima cantautrice bresciana che durante il concerto svela le origini siciliane - «mio papà è di Gela» - interpreta ancora un brano di De Andrè, Bocca di rosa, inciso insieme con il precedente nel cd Il diverso sei tu, lavoro discografico del Gnu Quartet realizzato per beneficenza in favore del progetto OASI dell’Anfass.

E poi è ancora L’Aura con i suoi One e Domani. Il concerto è finito ed è impossibile non chiedere un bis. L’Aura insieme con i quattro compagni di palco che – come dice la stessa L’Aura - hanno dimostrato come archi e flauto possano costituire una formazione rock, riprende la scena e chiude con altri tre successi: Una favola, Today, applauditissimo già fin dalla prima nota, e Irraggiungibile, il brano presentato a Sanremo nel 2006.

Mentre L’Aura in camerino riceve un gran numero di ammiratori di tutte le età, firma i manifesti e sorride per le foto, tra il pubblico che lascia il teatro si sente da più parti «a Sanremo faremo il tifo per lei». Non resta dunque che aspettare l’ormai imminente edizione 2008 del Festival per ascoltare il suo Basta e mantenere questa promessa fattale a distanza.

Modica 5 febbraio 2008

Ufficio Stampa
Stefania Pilato 338 2343355
stefaniapilato@gmail.com
Francesco Micalizzi 339 2878013
fmicalizzi@hotmail.com
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Stefania Pilato
 Stefania Pilato (Leggi tutti i comunicati)
Modica (Ragusa) Italia
stefaniapilato@gmail.com
3382343355