Grande Musica per l'Avvento

A Bologna un ricchissimo programma culturale con cinque appuntamenti presso la Basilica dei S.S. Bartolomeo e Gaetano, in Strada Maggiore 4, a partire da domenica 30 novembre fino a domenica 21 dicembre. Cinque occasioni per ascoltare la grande musica nel luogo per il quale è stata scritta. Come è nata l'Associazione 'Messa in Musica'
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) “L' idea è di riportare alle origini l'ascolto e la fruizione di composizioni in musica, le quali ritrovano così la loro perfetta collocazione nello spazio liturgico, offrendo ad un tempo ai fedeli un modo più ricco di partecipare alla funzione e a chi ama la musica di viverla in tutta pienezza, nella sede più idonea.” Così la Presidente dell’Associazione Culturale ‘Messa in Musica’, Annalisa Lubich, presenta la prima edizione di ‘Avvento in Musica’. Sarà proprio durante il periodo dell’Avvento, infatti, che si articolerà il ricchissimo programma della manifestazione. Cinque appuntamenti presso la Basilica dei S.S. Bartolomeo e Gaetano di Bologna, in Strada Maggiore 4, alle ore 12, a partire da domenica 30 novembre fino a domenica 21 dicembre. Cinque occasioni per ascoltare la grande musica nel luogo per il quale è stata scritta. “Infatti – spiega la Lubich - per accompagnare la celebrazione della Messa, i grandi musicisti del passato, come quelli contemporanei, hanno composto opere sublimi, il cui ascolto aiuta la preghiera, eleva gli animi e la mente e predispone l'assemblea alla comunione”. Una tradizione, quella della Messa accompagnata per intero dalla musica, andata praticamente perduta. “Bologna è la città della Musica a tutti gli effetti e ha dunque le carte in regola per proporsi, anche fuori dai propri confini, con un’iniziativa che riprenda la tradizione antica e che, allo stesso tempo, riesca ad introdurre delle novità” ha concluso la Presidente Lubich.
Tradizione e innovazione. E’ proprio attorno a questi due elementi, apparentemente antitetici, che ruota il progetto ‘Avvento in Musica’. L’iniziativa, infatti, non si limita a conservare, recuperare e salvaguardare, ma sviluppa questa importante risorsa del nostro patrimonio culturale anche con spirito propositivo e originale. “La novità del progetto consiste nella sua formula, così come nella proposta di opere composte in epoche diverse e con stili diversi che, proprio in virtù di questa diversificazione, potranno coinvolgere una gamma assai vasta di ascoltatori”: queste le parole del Direttore Artistico di ‘Avvento in Musica’, Antonio Ammaccapane. Proprio attraverso questi criteri sono state scelte le opere, conferendo al programma le tante sfumature che vanno da Schubert a Giuliana Spalletti, da Ariel Ramirez ad Haydn e Claudio Monteverdi.
Debutto di ‘Avvento in Musica’ domenica 30 novembre alle 12 con la ‘Deutsche Messe’ di Franz Schubert. Ultimata nel 1827, soltanto un anno prima della morte del compositore, l’opera non ha un testo in latino, come era usuale all’epoca, bensì in lingua tedesca, in modo da avvicinare i fedeli alla liturgia attraverso una maggiore comprensione dei testi.
Domenica 7 dicembre verrà invece eseguita la ‘Misa Criolla’ di Ariel Ramirez. Composta nel 1964, la prima versione pubblicata su disco apparve nel 1965. Presto arrivarono dischi d’oro e di platino. Un successo talmente grande da suscitare l’attenzione del Vaticano, che sotto il pontificato di Paolo VI, riconobbe la Misa Criolla come ‘opera di significato universale’.
La festività dell’Immacolata, lunedì 8 dicembre verrà celebrata sulle note della ‘Missa Brevis’ di Franz Joseph Haydn. La Messa è conosciuta anche come piccola Messa d’organo, in quanto nel Benedictus vi è un importante assolo di questo strumento. Originariamente scritta per coro, archi e organo, ne è stata composta anche una versione per trombe, timpani e clarinetti.
Domenica 14 dicembre sarà la volta della ‘Messa a 4 da cappella’ di Claudio Monteverdi. Un capolavoro assoluto frutto del genio del maestro cremonese. Pubblicata postuma nel 1650, ciò che colpisce della composizione , al di là della ricchezza musicale e della modernità di scrittura per molti aspetti già barocca, è la stretta commistione tra musica e testo.
Chiusura della prima edizione di ‘Avvento in Musica’ domenica 21 dicembre con la ‘Messa in Sol’ della compositrice contemporanea toscana Giuliana Spalletti. L’opera, scritta in onore di Santa Caterina de Vigri, più nota come Santa Caterina da Bologna, fu ultimata nel 1997 ed eseguita in prima assoluta presso il santuario del Corpus Domini di Bologna, dove si conserva la salma della Santa.
L’ intera manifestazione avrà luogo presso la Basilica dei SS. Bartolomeo e Gaetano. Appena sotto le Due Torri, la Basilica è una delle più belle e importanti della città e, soprattutto è in grado di garantire un’acustica ottimale. Il ciclo è organizzato con il supporto di Carisbo e con il contributo diConfcommercio Ascom Provincia di Bologna, Galleria Fondantico, Banca Popolare dell’Emilia Romagna e Cesare Ragazzi Laboratories.
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Fabio Raffaelli
 Editutto Comunicazione (Leggi tutti i comunicati)
Piazza Volta 7
40134 Bologna Italia
info@bolognamiami.it
335 5687689