Sciopero della fame di Giuseppe Petrucci Presidente Ente Nazionale Sordi per il riconoscimento in Italia della LIS

A partire dalle ore 10:00 di questa mattina il Presidente dell'ENS sarà in Piazza del Parlamento per il riconoscimento della LIS in Italia
Comunicato Precedente

next
Comunicato Successivo

next
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - società) Il Presidente dell’Ente Nazionale Sordi Giuseppe Petrucci inizierà quest’oggi a partire dalle ore 10:00 in Piazza Montecitorio davanti al Parlamento Italiano lo sciopero della fame per il riconoscimento della LIS (Lingua Italiana dei Segni) e dei diritti delle persone sorde e sordo cieche. La vita delle persone sorde, sordo cieche e con disabilità uditiva più o meno grave fa i conti ogni giorno con le invisibili barriere della comunicazione e della relazione in Italia, infatti, ancora oggi l’unico sostegno proviene solo dalle famiglie e dalle Associazioni e che grazie a queste riescono a condurre una vita degna di questo nome e questo, allo stato dei fatti, rende l’Italia un fanalino di coda in Europa. Per uscire da un vergognoso stallo in cui il nostro Paese versa da molti anni, ben da prima della ratifica della Convenzione ONU, l’ENS nel mese di ottobre 2013 ha presentato la Proposta di Legge “Disposizioni per la rimozione delle barriere della comunicazione, per il riconoscimento della LIS, della LIS tattile e per la promozione dell’inclusione sociale delle persone sorde e sordo-cieche”. Per Giuseppe Petrucci: “Questo della presentazione della proposta di Legge è stato un primo passo verso il riconoscimento della LIS e degli altri strumenti idonei ad abbattere le "barriere della comunicazione". L'ENS difende un principio: quello della libertà di scelta della persona sorda cui va garantita la libertà di esprimersi in LIS, La LIS oggi è riconosciuta in tutta Europa tranne Italia, Malta e Lussemburgo ed ora occorre lanciare un segnale alla nostra classe politica che è necessario abbattere le barriere rendendo operativo uno strumento legislativo di cui l’Italia si è dotata più di cinque anni fa: “Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità”, ratificata con L. 3 marzo 2009, n. 18. Un documento di fondamentale importanza, che prevede azioni per il riconoscimento, la tutela, promozione e diffusione delle lingue dei segni degli Stati che, come l’Italia, l’hanno resa propria con una Legge dello Stato. Ora è necessario dare concretezza a tutto ciò e con lo sciopero della fame di oggi desidero farmi promotore di tutto il nostro mondo, servono risposte immediate.”
Ufficio Stampa
stefano testini
 servizi di comunicazione testini (Leggi tutti i comunicati)
via alfredo de luca 31
00169 roma Italia
[email protected]
3356138145