Simple Group: opportunità per il mercato del vino tra Italia e Russia. Nasce la sinergia made in Italy e made with Italy

In Russia le preferenze e i gusti in fatto di beverage stanno cambiando rapidamente. Negli ultimi 20 anni, il consumo di superalcolici è diminuito del 50%, a fronte di un aumento del 70% di quello di vino, che si riscontra in particolare nella fascia dei Millenials, giovani curiosi e alla ricerca di stili di vita positivi.
Milano, (informazione.it - comunicati stampa - cibi e bevande) In Russia le preferenze e i gusti in fatto di beverage stanno cambiando rapidamente. Negli ultimi 20 anni, il consumo di superalcolici è diminuito del 50%, a fronte di un aumento del 70% di quello di vino, che si riscontra in particolare nella fascia dei Millenials, giovani curiosi e alla ricerca di stili di vita positivi.
Grazie a questa evoluzione (anche culturale), la produzione di vino in Russia è stata fortemente stimolata, crescendo di 13 volte dal 2010 e la raccolta lorda di uva è aumentata del 15,8% (valore del 2016), per un totale di 551.7 mila tonnellate (il territorio potenzialmente utilizzabile è pari a 200.000 ettari).
Le opportunità di creare sinergie vincenti, aumentando l’export verso la Russia di vini italiani (made in Italy) e di sviluppare nuove aree di business in loco per i nostri produttori (made with Italy), stanno diventando sempre più concrete.
Questo è quanto emerso dalla conferenza “Italia e Russia: un nuovo Rinascimento per il mercato vitivinicolo” organizzata a Vinitaly 2017 da Simple Group – uno dei principali distributori di vini e distillati di alta qualità nel mercato russo – in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura della Federazione Russa.
Simple Group: opportunità per il mercato del vino tra Italia e Russia. Nasce la sinergia made in Italy e made with Italy
L’intervento del Vice Ministro Sergey Levin - che ha aperto i lavori - ha sostanziato la volontà e l’impegno del Governo, anche attraverso sgravi fiscali e altre agevolazioni come l’apertura della comunicazione pubblicitaria legata al vino, nello sviluppare una produzione autoctona avvalendosi degli investimenti, delle tecnologie e dell’expertise dei produttori europei di piccole e medie dimensioni. In questo contesto, l’Italia occupa un ruolo fondamentale e le aziende del Bel Paese possono rappresentare uno dei principali partner di questa nuova opportunità di business (sinergia Made with Italy).
L’approccio Made with Italy - investimento e trasferimento di expertise e know how - andrebbe a costruire un mercato in un segmento interessante (mass market) e quindi non in competizione con l’importazione di etichette premium espressione del Made in Italy.
Ed è qui che si inserisce Simple Group che, come sottolineato dal Presidente Maxim Kashrin e dal Vice Presidente Anatoly Korneev, gioca un ruolo fondamentale sia come facilitatore del dialogo tra piccole-medie imprese italiane e Governo, sia come importatore dell’eccellenza italiana intesa come prodotto di qualità ed espressione di un approccio culturale e storico conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.
Simple Group è infatti uno dei principali importatori russi di vini italiani con una quota di mercato del 20%. L’azienda, presente capillarmente in tutto il territorio russo, possiede una catena di enoteche e centri di distribuzione in oltre cento città russe.
Un’attività in continua crescita e guidata dalla mission aziendale – plasmata sull’approccio Made in Italy and Made with Italy – che si propone, da un lato, di migliorare e rendere consapevole, attraverso la diffusione di una corretta cultura vitivinicola, il consumo di vino e, dall’altro, di promuovere la crescita della produzione locale.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Cantiere Cantiere
 Cantiere Srl (Leggi tutti i comunicati)
Italia
cantiere@cantieredicomunicazione.com
Un vino siciliano scelto per il brindisi in onore del 45° Presidente degli Stati Uniti d’America al “Gran Galà del Made in Italy - oltre i confini del gusto” Un vino siciliano scelto per il brindisi in onore del 45° Presidente degli Stati Uniti d’America al “Gran Galà del Made in Italy - oltre i confini del gusto”  -  Un vino siciliano selezionato per il brindisi inaugurale in occasione dell’ insediamento del 45° Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump. Le cantine Bonfiglio di Messina,…
Corso in Design del Gioiello: Manualità e gusto Made in Italy Corso in Design del Gioiello: Manualità e gusto Made in Italy  -  UNO SGUARDO A 360° SUL SETTORE DEI GIOIELLI Il Corso intende guidare i partecipanti alla comprensione del “progetto gioiello”, iniziando dallo studio dei materiali e delle tecniche della gioielleria tradizionale per approdare a metodi e tecnologie di ultima generazione: gli…
EVEHO GROUP: LA SCALATA VERSO IL SUCCESSO NELL’EXPORT PER IL “MADE IN ITALY” DELLE PMI  -  I più recenti dati sull’export elaborati da CGIA di Mestre confermano, dati alla mano, quanto stia crescendo la voglia di Made in Italy nel mondo: lo scorso anno il saldo commerciale - la differenza tra quanto è stato esportato e quanto importato - è arrivato a…
Loading....