Federico Balestrieri: l'imprenditore dal volto umano 

Intervista al noto imprenditore Napoletano della vigilanza privata Federico Balestrieri.
Napoli , (informazione.it - comunicati stampa - società)

 

Tra gli aspetti più interessanti nell’approccio al business di Federico Balestrieri , c’è il lato umano. In dichiarazioni che ricordano quelle di un altro grande imprenditore italiano, Adriano Olivetti, Il dott. Federico Balestrieri spiega questa sua filosofia:

«Chi è più fortunato deve pensare a chi ha bisogno di una via di sviluppo per un fatto di risorse, storia o cultura. Noi alla Patrol Security abbiamo sempre puntato sulla qualità della social corporate responsability, sulla responsabilità verso il territorio, sul rapporto di trasparenza con clienti e fornitori, su un ambiente di lavoro positivo per tutti i dipendenti. Un modello, quello che perseguiamo, che il Presidente nazionale Associazione guardie particolari giurate  Giuseppe Alviti , quando lo incontrai, definì contemporaneo, perché lo sforzo nei confronti degli altri non è percepito come un costo ma come un’opportunità, andando oltre la pura filantropia».

In particolare, l’imprenditore si sofferma sulla crescente disparità di reddito. Oggi per esempio sappiamo che il 20 per cento più ricco, fra la popolazione italiana, guadagna oltre sei volte il 20 per cento più povero. Nel 2010, la forbice era di un punto più bassa. E il fenomeno è globale:

«La distribuzione della ricchezza così com’è non è più sostenibile, con questa forchetta che si amplia sempre di più fra chi sta bene e chi non sta bene. Il capitalismo oggi non è morto, non è finito, ma sicuramente si deve porre dei punti interrogativi per diventare qualcosa di più contemporaneo».

Una vera eccellenza Nazionale nel mondo della vigilanza privata che vede Federico Balestrieri impegnato nel sociale e in politica tanto da anticipare la sua discesa in campo come candidato consigliere alle prossime elezioni comunali di Napoli

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Ivana Boscaino
 No violence (Leggi tutti i comunicati)
Napoli
Mauro.panico@libero.it