Realtà aumentata e formazione: un aiuto per le professioni sanitarie

La formazione pratica dei futuri medici e infermieri può trarre molti vantaggi dall'uso della realtà aumentata. I Google Glass usati in sala operatoria, e l'iPad che sostituisce volti di pazienti veri ai manichini sono due esempi di come la tecnologia può valorizzare la trasmissione e condivisione di competenze in ambito sanitario.
Padova, (informazione.it - comunicati stampa - information technology) Contenuti informativi aggiunti alla realtà e condivisione in tempo reale di immagini e dati: grazie a questi strumenti la realtà aumentata diventa un valido aiuto nella formazione "sul campo" dei futuri medici. Nelle professioni sanitarie, infatti, il passaggio dalla teoria alla pratica è un momento particolarmente delicato.

Rafael Grossmann, un chirurgo dell’Eastern Maine Medical Center, negli Stati Uniti, ha sperimentato (e documentato sul suo blog) la condivisione del proprio lavoro in tempo reale: usando i Google Glass durante un intervento chirurgico allo stomaco di un paziente, che aveva dato il suo consenso informato, ha potuto non solo proiettare le immagini video dell’intervento (compresa la visione endoscopica) sullo schermo di un iPad, ma anche condividere le informazioni sull’operazione grazie a un hangout su Google. Naturalmente, nessuna di queste informazioni o immagini permetteva l’identificazione del paziente. L’intento era quello di dimostrare i vantaggi dell’uso di questo strumento per l’assistenza a distanza, la consultazione, e la formazione in sala operatoria.

Per migliorare l’empatia e la comunicazione con il paziente nelle future infermiere e ostetriche, la Sheffield Hallam University, in Inghilterra, ha invece usato la realtà aumentata direttamente sull'iPad.
Con il tablet, i volti dei pazienti, interpretati da alcuni attori, erano sovrapposti ai manichini usati nelle esercitazioni, perché comunicassero la propria esperienza. In questo modo i tirocinanti potevano mettere alla prova in modo più realistico la propria capacità di relazionarsi con i pazienti e con le loro sensazioni.
Il valore della condivisione e trasmissione di competenze ed esperienze nelle professioni sanitarie viene così potenziato dall’uso della realtà aumentata.

Per saperne di più sui Google Glass usati in sala operatoria: http://rgrosssz.wordpress.com/2013/06/20/ok-glass-pass-me-the-scalpel-please-googleglass-during-surgery/

Per maggiori informazioni sul progetto della Sheffield Hallam University: http://www.shu.ac.uk/mediacentre/video-reality-check-student-nurses

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Contatto
Experenti
Italia
Ufficio Stampa
Allegati
Non disponibili