Siamo sulla stessa barca - Studentesse e studenti italiani ed europei protagonisti al Parlamento europeo

Siamo sulla stessa barca - Studentesse e studenti italiani ed europei protagonisti al Parlamento europeo “Lampedusa, porta d’Europa. Protezione umanitaria: limiti e sfide della sua applicazione in Europa” - 31 maggio 2022 ore 16.00 - Sala SPAAK, 3C50 - Parlamento Europeo - Bruxelles
Roma, Bruxelles , (informazione.it - comunicati stampa - società)


Studentesse  e studenti italiani ed europei protagonisti al Parlamento europeo

31 maggio 2022 ore 16.00 - Sala SPAAK, 3C50

Parlamento Europeo - Bruxelles

Roma/ Bruxelles, 21 maggio 2022

Dopo l’esperienza di partecipazione attiva dell’ottobre 2021 in occasione degli eventi legati alla Giornata della Memoria e dell’Accoglienza e le giornate di studio europee a Madrid nel febbraio 2022, gli studenti saranno ancora i protagonisti di un evento sul tema dei fenomeni migratori e della protezione umanitaria.

Questa volta l’appuntamento è a Bruxelles all’interno del Parlamento europeo. Il prossimo 31 maggio alle ore 16.00 nella sala SPAAK 3C50, oltre 90 studentesse e studenti di 15 scuole italiane ed europee, avranno la possibilità di essere protagonisti.

Quattro studentesse e studenti italiani ed europei, moderati da una volontaria del Comitato 3 ottobre, discuteranno circa le sfide che oggi l’azione umanitaria si trova ad affrontare e di quale dovrebbe essere l’equo supporto delle Istituzioni, prendendo spunto dalla petizione PROTEGGIAMO CHI FUGGE DA TUTTE LE GUERRE [https://www.change.org/p/proteggiamo-chi-fugge-da-tutte-le-guerre], lanciata dal Comitato 3 ottobre, che ha raggiunto ad oggi oltre 20.000 firme.  Sarà per le studentesse e gli studenti l’occasione di far sentire la propria voce, in una tavola rotonda gestita interamente da loro, dinanzi ai membri delle istituzioni comunitarie.

Dichiara Tareke Brhane, presidente del Comitato 3 ottobre: ”Sarà emozionante vedere gli stessi studenti che lo scorso ottobre erano a Lampedusa e poi a Madrid nuovamente insieme a Bruxelles, al Parlamento europeo, il 31 maggio. Come Comitato 3 ottobre ci impegniamo a creare momenti di studio per le studentesse e gli studenti europei. Il nostro obiettivo è di ampliare il loro sguardo sui temi dell’immigrazione e dell’integrazione, della memoria e dell’accoglienza. Crediamo in un’educazione interculturale e inclusiva in un’ottica europea”.

Seguirà la conferenza Lampedusa, porta d’Europa. Protezione umanitaria: limiti e sfide della sua applicazione in Europa”.

Saranno presenti:

  • Brando Benifei, europarlamentare
  • Pietro Bartolo, europarlamentare e Vice presidente Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni
  • Tareke Brhane, Presidente Comitato 3 ottobre
  • Maria Arena, Europarlamentare- Presidente della Sottocommissione per i diritti dell'uomo
  • Desislava Ivanova, Unhcr
  • Nello Scavo, Giornalista Avvenire

L’incontro sarà moderato da Fernando Vasco Chironda – Segretario Generale Comitato 3 ottobre.

La conferenza sarà l’occasione per il Comitato 3 ottobre di presentare le proprie raccomandazioni in merito alla Direttiva 2001/55/CE e alla sua applicazione.

Nella mattina del 31 maggio una delegazione di studentendesse e studenti sarà ospite dell’Agenzia Europea per i Bisogni Educativi Speciali e l'Istruzione Inclusiva. L’Agenzia è un’organizzazione indipendente che funge da nucleo di collaborazione per i suoi 31 paesi membri nel campo dei bisogni educativi speciali e dell’istruzione inclusive con l’obiettivo di migliorare le politiche e le prassi in materia di educazione inclusiva.

La delegazione degli studenti è composta da ragazze e ragazzi, accompagnati dai rispettivi docenti, provenienti da sei regioni italiane (Piemonte, Liguria, Veneto, Marche, Puglia e Sicilia) e sei paesi europei (Francia, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo – Gran Bretagna).

L’evento è stato reso possibile grazie al contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo - “Siamo sulla stessa barca”. L’ iniziativa è realizzata all’interno del progetto FAMI - FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE 2014 – 2020 - Obiettivo specifico 2 Integrazione/Migrazione legale – Obiettivo Nazionale 3 Capacity building PROG-3484  “L’arte dell’accoglienza”.

L’evento sarà trasmesso in live dalla pagina Facebook del comitato 3 ottobre:  @comitato.ottobre. 

 

Il Comitato 3 ottobre è un’organizzazione senza scopo di lucro cha ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dell’integrazione e dell’accoglienza attraverso il dialogo con cittadini, studenti e istituzioni. Il 3 ottobre 2013, in un naufragio al largo delle coste di Lampedusa, hanno perso la vita 368 persone migranti. Per questo motivo abbiamo individuato nel 3 ottobre una data simbolica, non soltanto per commemorare le vittime di quel naufragio, ma per ricordare le migliaia di persone che regolarmente muoiono annegate nel Mar Mediterraneo o restano bloccate ai confini orientali d’Europa. Porta avanti attività di sensibilizzazione e advocacy per favorire l’apertura di corridoi umanitari e sistemi di ingresso legali e sicuri, garantire l’accoglienza e il rispetto dei diritti fondamentali di migranti e rifugiati, potenziare la ricerca e il soccorso in mare, creare una banca dati europea del DNA per il riconoscimento delle vittime, favorire l’inclusione delle persone migranti nelle comunità di arrivo. Ad oggi sono stati coinvolti in attività laboratoriali e di sensibilizzazione  oltre 70.000 studenti e studentesse, di 25 paesi europei ed extra europeiwww.comitatoreottobre.it

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Barbara GALMUZZI
 COMITATO 3 OTTOBRE (Leggi tutti i comunicati)
Via Di Valle Vescovo 35
00185 ROMA
[email protected]
3389852387