Sui preti sposati anche altre voci da Germania

“Noi siamo una Chiesa viva, mai scismatica”. Risponde così il vescovo di Essen in Germania e vice presidente della Comece, mons. Franz-Josef Overbeck, alla domanda se è vero che nella Chiesa tedesca esistono e sono forti le spinte scismatiche. Parlando questa mattina a Roma con i giornalisti, al termine dell’udienza che la presidenza della Comece ha avuto con Papa Francesco, il vescovo Overbeck spiega: “Siamo una Chiesa viva che ha scelto una via sinodale". Non basta serve aprire a preti sposati
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - varie)

Mons. Overbeck ha  risposto anche a una domanda sul celibato: “Qui siamo certamente ad un punto morto, perché le vocazioni sacerdotali sono diminuite, fino al punto zero. E non solo in Germania ma quasi in tutta l’area dell’Occidente. Dobbiamo quindi capire cosa ci sta dicendo Dio. Magari ci sono uomini sposati che potrebbero fare questo servizio. Sappiamo che ce ne sono alcuni nelle Chiese ortodosse. Nella tradizione romano-cattolica è un’altra cosa, ma sono veramente preoccupato per l’assenza dei preti. Perdiamo così il carattere sacramentale della Chiesa e questo non può e non deve essere”. Il vescovo ha quindi raccontato della situazione nella sua diocesi dove, negli ultimi 12 anni, ci sono state ci sono state 1 o 2 ordinazioni ogni anno a fronte di 20 o 30 sacerdoti morti: “Siamo in un cambiamento anche spirituale che chiede oggi di riformulare il matrimonio sia il celibato”.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa