Panchine gialle per chi fa l'autostop: l’idea da importare da Lugano a Roma

Sono state installate in Svizzera oggi a Brè, Aldesago, Albonago e Cassarate. Appositamente pensate per chi cerca un passaggio.
lecce, (informazione.it - comunicati stampa - trasporti) Il bus non passa? C'è sempre l'autostop. E da oggi a Lugano ci sono anche le "panchine condivise". Appositamente pensate per chi cerca un passaggio in auto, complementari al trasporto pubblico. Il progetto è nato da un'idea della Commissione di quartiere della città di Lugano, a cui il Municipio ha concesso gli spazi necessari. Le prime quattro panchine per autostoppisti, di colore rigorosamente giallo, sono comparse questa settimana nelle zone di Brè, Aldesago, Albonago e Cassarate, vicino ad altrettante fermate del bus. In prossimità di ognuna sono stati installati anche degli appositi cartelli, con spiegazioni sul funzionamento del servizio. Una panchina è installata anche a Ruvigliana. Il progetto, ha fatto sapere la Commissione di quartiere nei mesi scorsi, prevede una fase di test per i prossimi sei mesi. Dopodiché, in base al responso della popolazione, si vedrà se estenderlo nel tempo e magari al resto della città. Non sarà di certo il modo per risolvere il problema dei trasporti, sostiene Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,ma si tratta di un elemento originale di arredo urbano. Le panchine scarseggiano, dunque, in città dove l’effetto ottenuto sarebbe almeno doppio: moltiplicare le rare sedute e offrire la possibilità a chiedere un passaggio per casa comodamente seduti. Un’iniziativa basata sulla fiducia e sul senso di responsabilità. Chi transita con la macchina potrà dare un passaggio a chi ne ha bisogno, e magari è anche un conoscente.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
giovanni d'agata
 provincia di lecce (Leggi tutti i comunicati)
via belluno
73100 lecce Italia
dagatagiovanni@virgilio.it
3889411240
A Lugano la “due giorni” del Forum per il dialogo tra la Svizzera e l’Italia  -  Istituto Europa Asia IEA EUROPASIA Europe Asia Institute Informa Forum per il “Dialogo tra Italia e Svizzera” – Ottobre 2017 Universita’ di Lugano – Angelino Alfano, Carlo De Benedetti, Mario Botta, Marco Borradori A Lugano la “due giorni” del Forum per il…
Le barbarie dimenticate: in Libia le aste di esseri umani, torna la tratta degli schiavi  -  A Tripoli è possibile comprare persone per pochi soldi. Aste di esseri umani, come all'epoca della tratta degli schiavi che, secondo la CNN, avvengono in Libia. Lo riprova un reportage dove si vedono due ragazzi che vengono venduti dai trafficanti. "800…
La prima sperimentazione su esseri umani dimostra l'efficacia di un nuovo approccio immunoterapeutico alla resistenza agli antibiotici  -  SAB Biotherapeutics (SAB) , società impegnata nello sviluppo clinico di prodotti biofarmaceutici, ha annunciato che la sua prima sperimentazione su esseri umani ha dimostrato l'efficacia di un nuovo approccio…
Smart Valor: la Svizzera sta diventando un centro principale per l'innovazione Blockchain  -  Il Ministro dell'economia svizzero, Johann Schneider-Ammann, ha annunciato il mese scorso che l'interesse della nazione per la crittografia dovrebbe spostarsi oltre la Crypto Valley e dovrebbe ora riferirsi all'intero paese come a una ‘Crypto Nation’. Questa…
Un mare di Svizzera, Convegno organizzato al LAC di Lugano  -  “Un mare di Svizzera” Convegno organizzato al LAC di Lugano dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale – 14 marzo 2018 – IEA informa Istituto Europa Asia IEA EUROPASIA Europe Asia Institute Informa Il punto sulla realizzazione del Corridoio ferroviario 24…
Loading....