Spedizioni efficienti: come mantenere allineati
il flusso fisico delle merci e quello delle relative informazioni? Seguendo le buone prassi suggerite da GS1 Italy

Mantenere allineati e coerenti il flusso fisico delle merci e il flusso delle relative informazioni è determinante per l’efficienza della supply chain. Ma non è sempre facile riuscirci, soprattutto quando la merce viene rilavorata lungo la filiera.
Milano, (informazione.it - comunicati stampa - servizi)

L’allineamento e la coerenza tra il flusso fisico delle merci e il flusso delle relative informazioni sono fattori determinanti per l’efficienza della supply chain. Ma come riuscirci nei fatti, anche quando la merce viene rilavorata lungo la filiera? Seguendo i suggerimenti raccolti da GS1 Italy nel documento “Ottimizza il processo di consegna con il DESADV” realizzato in ambito ECR con le aziende e messo a disposizione di tutta la business community.

  1. Verificare il corretto allineamento delle anagrafiche di prodotto tra produttore, operatore logistico e distributore ancora prima di fare l’ordine della merce. Per farlo in modo automatico esiste uno strumento standard GS1, il GS1 GDSN (Global Data Synchronisation Network), che permette l’allineamento delle anagrafiche tra gli attori della filiera. 
  2. Identificare in modo corretto ogni unità di carico (pallet o collo) e ricodificarla ogni volta che la si rilavora prima che arrivi a destino, apponendo una nuova etichetta con un nuovo codice GS1 SSCC (Serial Shipping Container Code), la chiave GS1 utilizzata per l’identificazione delle unità logistiche.
  3. Riportare le informazioni descrittive dell’unità di carico sul DESADV (l’avviso di spedizione) e aggiornarle se l’unità di carico viene modificata prima che arrivi a destino. Per facilitare la riconciliazione documentale, è possibile includere nel DESADV anche l’identificativo del documento di trasporto.
  4. Verificare che la conformazione del carico di merce nel camion corrisponda alla descrizione dello stesso nel DESADV.
  5. Quando si compila il DESADV, inserire la data di consegna in relazione all’avanzamento reale del processo, segnalando quindi ritardi o anticipi della consegna.

 

Per approfondimenti, il documento “Ottimizza il processo di consegna con il DESADV” è disponibile gratuitamente sul sito di GS1 Italy.

 

***

 

GS1 Italy. A partire dall'introduzione rivoluzionaria del codice a barre nel 1973, l'organizzazione non profit GS1 sviluppa gli standard più utilizzati al mondo per la comunicazione tra imprese. In Italia, GS1 Italy riunisce 35 mila imprese dei settori largo consumo, sanitario, bancario, della pubblica amministrazione e della logistica. I sistemi standard GS1, i processi condivisi ECR, i servizi e gli osservatori di ricerca che GS1 Italy mette a disposizione semplificano e accelerano il processo della trasformazione digitale delle imprese e della supply chain, perché permettono alle aziende di creare esperienze gratificanti per il consumatore, aumentare la trasparenza, ridurre i costi e fare scelte sostenibili.

web: gs1it.org

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Allegati
Non disponibili