La Stagione 2018/19 del TEATRO COMUNALE WALTER CHIARI DI CERVIA (RA)

Nell’anno di intitolazione del Teatro Comunale di Cervia a Walter Chiari, la Stagione Teatrale organizzata dall’Amministrazione Comunale e Accademia Perduta/Romagna Teatri consegna ottimi risultati consuntivi: la sua offerta artistica di qualità, “larga” e “plurale”, registra infatti un incremento di presenze complessive.
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) Nell’anno di intitolazione del Teatro Comunale di Cervia a Walter Chiari, la Stagione Teatrale organizzata dall’Amministrazione Comunale e Accademia Perduta/Romagna Teatri consegna ottimi risultati consuntivi: la sua offerta artistica di qualità, “larga” e “plurale”, registra infatti un incremento di presenze complessive.
Il Teatro Walter Chiari si conferma pertanto quale luogo di cultura, punto di riferimento e istituto importante per un territorio che si estende anche oltre i confini cittadini.

Punti vincenti del progetto culturale del Teatro Comunale Walter Chiari sono stati, come in passato, l’alta qualità e pluralità di un’offerta che ha spaziato dalla Prosa alla comicità, dal teatro per ragazzi e famiglie a quello in lingua vernacolare.
La Stagione 2018/19 del “Walter Chiari” nulla ha avuto da invidiare a quelle di più grandi e blasonati Teatri metropolitani in quanto a prestigio di nomi e importanza degli spettacoli ospitati.
Leo Gullotta ha aperto il sipario con Pensaci, Giacomino! di Luigi Pirandello, seguito da L’abisso di Davide Enia, incentrato sul tema degli sbarchi nel Mediterraneo e unanimemente riconosciuto dalla critica specializzata come uno degli spettacoli più forti, importanti e belli di questa Stagione. Poi ancora: Ornella Muti ed Enrico Guarneri ne La governante di Vitaliano Brancati, Antonio Catania e Nicolas Vaporidis nella commedia L’operazione di Stefano Reali, la rilettura in chiave contemporanea di Anfitrione per opera di Teresa Ludovico del Teatro Kismet e Lello Arena in Parenti serpenti di Carmine Amoroso.
Un ampio parterre di Artisti che sono stati protagonisti anche “giù dal palco” grazie agli Incontri organizzati dal Cral comunale che hanno offerto al pubblico momenti di discussione aprendo a ulteriori scenari di confronto e approfondimento culturale.

In questa Stagione il Teatro Walter Chiari ha poi ospitato la “Prima nazionale” del nuovo spettacolo di Giovanni Vernia che, con Antonio Ornano e Drusilla Foer, ha composto il cartellone dedicato alla comicità.
Grande attenzione e spazio sono stati come sempre riservati alle offerte teatrali dedicate ai più piccoli e alle famiglie, organizzate tra le rassegne di Teatro Scuola e quello delle “Favole”, quest’ultima programmata nell’orario serale dei sabati antecedenti il Natale e diventata in pochi anni un’attesa e partecipata occasione di condivisione, divertimento e costruttiva aggregazione. Cartelloni che hanno proposto anche alcune nuove produzioni della stessa Accademia Perduta/Romagna Teatri (Raperonzolo, Il gatto con gli stivali, Sogni bambini e il nuovissimo Chi ha paura di Denti di Ferro? di Danilo Conti) che nell’ambito del teatro per ragazzi è una delle compagnie leader in Italia e non solo. Una scelta che afferma e rafforza il ruolo il Comunale Walter Chiari quale Centro di Produzione nel panorama del Sistema Teatrale Italiano.


La Stagione 2018/19 ha registrato un’affluenza di 4.252 presenze, registrando, come accennato, un importante incremento rispetto alle 4.113 di quella precedente.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Giancarlo Garoia
 RETERICERCA (Leggi tutti i comunicati)
47122 (Bologna) Italia
rete.ricerca@libero.it
Allegati
Non disponibili