Un importante passo in avanti nelle lavorazioni sull’acciaio inox

Abbattimento dei tempi, rendimento elevato e costante, riduzione del rischio di non conformità e di lavorazioni imperfette: Metex ottimizza il processo di sabbiatura sui telai di grandi dimensioni progettati per il supporto dei vassoi all’interno dei forni industriali con la soluzione robotizzata di Norblast
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - industria)

Dal 1998 Metex rappresenta un punto di riferimento nella lavorazione di componenti e prodotti in acciaio Inox. Passione, creatività e artigianalità unite a una costante ricerca tecnologica, rappresentano il dna e il segreto del successo di una realtà d’eccellenza, conosciuta in tutto il mondo e in continua crescita. Nell’ambito della preparazione di tutti i semilavorati in acciaio inox per la costruzione di forni per il mondo food e Ho.Re.Ca si inseriscono l’esperienza e la competenza di Norblast, punto di riferimento a livello internazionale nella realizzazione di macchine standard e personalizzate per la sabbiatura e la pallinatura controllata. Grazie all’esperienza maturata negli anni nel trattamento dell’acciaio inox e nella progettazione di soluzioni robotizzate, l’azienda bolognese ha conferito un grande vantaggio competitivo, a beneficio dell’intero ecosistema aziendale, in linea con una filosofia di lean thinking sempre volta all’aumento dell’efficienza e alla riduzione degli sprechi.

Abituata fin dalla sua costituzione a fornire non solo strumenti e macchinari, ma soluzioni, Norblast ha individuato e risolto alcune difficoltà e problematiche nella fase di sabbiatura dei telai in acciaio inox progettati per il supporto dei vassoi all’interno dei forni. Prima del controllo qualità e della messa in opera, i telai necessitano infatti di un’operazione di pulizia volta a rimuovere l’alone di ossido prodotto in seguito alla saldatura dell’acciaio.

Un’operazione che l’azienda realizzava servendosi di una cabina manuale progettata dalla Norblast, registrando performance di buon livello ma con inevitabili limiti. Considerate le grandi dimensioni del telaio, circa un 1,70 m e le sue geometrie complesse, il tecnico che operava dall’esterno della cabina era costretto a mantenere alti livelli di attenzione, nell’arco delle 8 ore, per non dover ripetere diverse volte il ciclo di lavoro a seguito di zone non trattate e coperte con conseguente dispendio di tempo e materiali. A questo si aggiungeva l’impegno ulteriore dell’operatore nel mantenere costante il rendimento di una lavorazione complicata anche dal punto di vista dell’ergonomia.

Dopo un’accurata fase di studio e di test, Norblast ha sostituito la macchina manuale con una versione robotizzata, risultato di un lavoro di ricerca e progettazione che da oltre 25 anni consente all’azienda bolognese di raggiungere standard estremamente elevati nell’applicazione di robot antropomorfi all’interno delle cabine di pallinatura e sabbiatura. Il sistema adottato è stato studiato e personalizzato su diverse tipologie di telai con l’obiettivo d’individuare, sulla base delle caratteristiche di ogni semilavorato, le zone di saldatura dove i residui di ossidi sono maggiori. In questo modo il robot è già programmato per insistere sulle superfici più critiche e operare con maggiore velocità sulle zone che non presentano le tracce dell’ossidazione. Dunque, una soluzione smart, capace di portare in casa Metex un radicale miglioramento nel contesto produttivo globale.

L’operazione di sabbiatura condotta in maniera automatizzata porta a un vantaggio competitivo misurabile in un abbattimento dei tempi di lavorazione fino al 30 – 40%, in una costanza di rendimento elevata, nonché una riduzione del rischio di non conformità e di vizi. Allo stesso tempo pone le condizioni per impegnare il tecnico in altre attività, nell’ottica di una ridistribuzione intelligente e strategica delle risorse volta a ottimizzare l’intera catena produttiva. 

Un’ottimizzazione che porta con sé anche altri plus, come l’abbattimento dell’impatto ambientale, vista il minor consumo di energia e materiali di lavorazione, una condizione lavorativa migliorata e con un alto tasso di specializzazione tecnologica. Per Norblast è un processo naturale la realizzazione di impianti speciali sulla base delle necessità del cliente, proprio per la naturale propensione a fornire soluzioni. Grazie al laboratorio interno e la collaborazione della sua controllata Peen Service, i trattamenti superficiali personalizzati e innovativi rendono il Gruppo Norblast un partner tecnologico di eccellenza e un punto di riferimento per accelerare il business e la competitività delle imprese che operano in molteplici ambiti.

 

 

Norblast Srl nasce nel 1977 dall’esperienza nel mondo della meccanica del Cavalier Remo Norelli. Le sperimentazioni e le collaborazioni con centri di ricerca e università, unite alla capacità di trovare soluzioni innovative alle problematiche evidenziate dal cliente, portano in breve l’azienda a diventare un punto di riferimento in Italia e all’estero nella costruzione di macchinari anche personalizzati e nei processi di sabbiatura e pallinatura controllata. Negli anni ’90 nascono Peen Service e la consociata spagnola Ipar Blast, divisioni specializzate nel processo di pallinatura controllata e applicazione di nuove tecnologie. Norblast realizza soluzioni nei più svariati settori: additive manufacturing, aeronautica e aerospaziale, automotive, biomedicale, energia, fonderia, inox, leghe, meccanica, stampi, utensili.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Matteo Barboni
 Borderline Srl (Leggi tutti i comunicati)
via Parisio 16
40137 bologna
[email protected]