Migliorare il comfort abitativo e ridurre i consumi energetici, le soluzioni MyDATEC per gli uffici

Caso applicativo di ristrutturazione di un edificio da adibire ad ambiente di lavoro per migliorare il comfort abitativo e ridurre il dispendio energetico.
Milano , (informazione.it - comunicati stampa - industria) A casa come in ufficio, l’esigenza comune di tenere sotto controllo i consumi energetici è sempre più diffusa e necessaria non soltanto per motivi economici ma soprattutto per le ricadute ambientali che ne derivano.

L’adozione quotidiana di comportamenti “sostenibili” può incidere positivamente in tal senso, ma spesso nel caso degli uffici, non arginano del tutto il problema di dispendi energetici particolarmente elevati, come quelli legati ad esempio alla climatizzazione degli ambienti e all’operatività di macchine e attrezzature.

Il normale ricambio dell’aria all’interno di un ufficio può rappresentare ad esempio una voce di costo particolarmente onerosa, poiché in assenza di impianti ad hoc, possono crearsi delle dispersioni di temperatura con l’ingresso di aria esterna generalmente più calda o più fredda rispetto a quella interna, a seconda delle stagioni.

Secondo quanto è stato evidenziato nell’ambito del progetto iNSPiRe da un gruppo internazionale di ricercatori coordinati dall’Istituto per le Energie Rinnovabili dell’EURAC, gli edifici in Europa sono responsabili del 40% del dispendio di energia e circa due terzi di questi consumi sono causati da inefficienze termiche legate al riscaldamento.

Grazie ad una consolidata esperienza nel campo della VMC termodinamica, impianti come quelli offerti da MyDATEC forniscono una valida risposta all’esigenza di una razionalizzazione dei consumi, combinando più funzioni in una sola macchina capace di ventilare, raffrescare, riscaldare e filtrare l’aria, eliminando altresì le sostanze inquinanti presenti all’interno degli ambienti di lavoro.

Queste le principali motivazioni che hanno portato l’Arch. Marco Pietro Pizzo di Belvedere Group, azienda di Alessandria che si occupa da oltre vent’anni di progettazione, realizzazione e ristrutturazione di abitazioni con obiettivi di sostenibilità ambientale e attenzione ai costi di gestione della casa, a valutare l’installazione degli impianti MyDATEC all’interno di un edificio ristrutturato e successivamente trasformato in un ufficio.

Dal 1990, inizio dell'attività, l'obiettivo aziendale è sempre stato “l'evoluzione edificio-impianto”, attraverso la ricerca costante di materiali di ottima qualità, l'impiego di sistemi costruttivi all'avanguardia, l'interesse per il risparmio energetico, l'impegno verso la realizzazione della “casa passiva”.
Parallelamente, si è saputo coniugare il costante percorso innovativo e tecnologico alle personali esigenze di ogni cliente, considerandolo reale catalizzatore di progetti di vita che, proprio nel mondo casa, devono trovare conforto nelle più disparate esigenze, così come nei più piccoli dettagli.


1. PREMESSA E SCELTA DELLE MACCHINE MyDATEC

“Sin dall’inizio dei lavori di ristrutturazione, l’obiettivo principale che ci siamo posti, consisteva innanzitutto nell’eliminare il gas come fonte del fabbisogno energetico.
Il cambio di destinazione d’uso per quest’edificio che, a seguito dei lavori è stato trasformato in un ufficio, ci ha convinti della necessità di utilizzare dei materiali ad alta tenuta termica in sinergia con dei serramenti dalle elevate prestazioni. Da qui l’idea di implementare un sistema di ventilazione meccanica controllata ad alta efficienza che, rispetto alle originarie prestazioni dell’edificio, ha difatti rappresentato un vero e proprio cambio generazionale.

E’ chiaro che per ottenere dei buoni risultati in termini energetici, l’installazione di un impianto di questo tipo deve essere studiato e previsto sin dall’inizio del progetto.

In seguito ad attente analisi oltre che alla valutazione di esperienze vissute, per questo progetto abbiamo deciso di rivolgerci a MyDATEC, azienda che oggi consideriamo al vertice nel panorama delle varie opportunità presenti sul mercato grazie alla disponibilità fornita e al contatto diretto con l’assistenza su cui possiamo contare quotidianamente”.


2. TEMPI E FASI DI IMPLEMENTAZIONE DI UNA MACCHINA MYDATEC
“Come primo step ci siamo occupati infatti di una ristrutturazione ad hoc, tale da consentire la realizzazione dei condotti necessari alla distribuzione della ventilazione.
L’edificio in questione si compone di due piani fuori terra con un piano interrato per cui, dopo aver valutato accuratamente le esigenze termiche specifiche, grazie al supporto fornitoci dai tecnici MyDATEC abbiamo predisposto l’installazione di 2 macchine SMART 300V in sinergia con il pozzo canadese e supportate da 2 pannelli Smart Touch per il controllo centralizzato degli ambienti.

Per migliorare ulteriormente la buona tenuta termica dell’edificio, oltre all’utilizzo di mattoni termici rettificati di laterizio alleggerito da 50 cm, abbiamo inserito all’interno degli ambienti anche un cappotto con lastre in cartongesso accoppiate ad un doppio strato di polistirene ad alta densità, utile per ridurre al minimo la dispersione termica con un eccezionale sfasamento delle temperature.
Come riscontrato in seguito, l’abbinamento al pozzo canadese ha contribuito a migliorare le prestazioni delle macchine MyDATEC e a ridurre quindi i consumi energetici dell’ufficio che di per sé sono sempre molto elevati.
Basti pensare che in modalità pompa di calore, il sistema consuma al massimo 800 watt per la taglia più grande, a dimostrazione del fatto che si tratta di impianti studiati appositamente per il risparmio e l’efficienza energetica.
Un aspetto che abbiamo poi apprezzato in maniera particolare, è l’effettiva corrispondenza tra le prestazioni riportate sulla carta e i consumi realmente misurati, raramente riscontrata in altre case produttrici di analoghi sistemi.
Grazie ai dati forniti quotidianamente dai rilevatori installati per il costante monitoraggio del primo anno, abbiamo l’opportunità di osservare via internet la modularità della macchina che, in funzione della temperatura esterna garantisce autonomamente il miglior comfort possibile all’interno dell’ambiente”.


3. BENEFICI E VANTAGGI DERIVANTI DALL’UTILIZZO DI UNA MACCHINA MYDATEC
“Da quando abbiamo terminato i lavori di ristrutturazione degli uffici, il ciclo delle quattro stagioni è trascorso e tirando le somme, il cliente si è detto assolutamente soddisfatto delle prestazioni energetiche e dei risultati ottenuti in termini di comfort ambientale. Basti pensare che gli uffici dell'edificio adiacente che utilizzano una pompa di calore tradizionale, arrivano a consumare fino a 30/40 volte in più rispetto alle prestazioni registrate con gli impianti MyDATEC.

Anche per quanto riguarda la manutenzione delle macchine la soddisfazione è massima, poiché l’unico aspetto di cui occuparsi riguarda esclusivamente la pulizia dei filtri, considerato che altri aspetti di cui tener conto riguardano perlopiù le personalizzazioni del sistema sulla base delle specifiche esigenze personali.

Inoltre, trattandosi di sistemi non particolarmente sofisticati, ci siamo occupati personalmente di “formare” i dipendenti dell’ufficio al fine di consentirgli di intervenire autonomamente nella gestione delle esigenze quotidiane e per eventuali interventi di ordinaria manutenzione (pulizia dei filtri ogni tre mesi e controllo dello scarico condensa annuale).

Mi preme sottolineare però che, a distanza di un anno e mezzo dall’installazione delle macchine, non abbiamo mai riscontrato alcun problema e la nostra presenza in loco è stata necessaria solo nelle fasi iniziali, durante le quali ci siamo occupati della taratura dei sistemi per offrire ai dipendenti il miglior comfort ambientale possibile.

L’affidabilità e la qualità offerta dalle macchine MyDATEC ci ha consentito di instaurare un rapporto con il cliente basato sulla totale fiducia che per noi è ovviamente un aspetto fondamentale.

A testimonianza di ciò, la Dott.sa Lorenza Coppa, Director Manager di STAR S.p.A., ha raccontato la sua esperienza all’interno dei nuovi uffici: “In questi ambienti trascorriamo quotidianamente la maggior parte della nostra giornata e il comfort è fondamentale per riuscire a lavorare al meglio. L’aspetto che mi ha piacevolmente sorpresa è senza dubbio la qualità dell’aria che lascia sempre percepire un equilibrato tasso di umidità perfettamente in linea con le nostre esigenze, ma soprattutto la totale assenza di polveri e pollini grazie alla costante filtrazione. Sottolineo poi, quale responsabile della gestione, il rilevante risparmio che registriamo rispetto alle odiate, vecchie bollette”.


MyDATEC
MyDATEC (www.mydatec.com/it/), è un marchio Telema che propone sistemi innovativi per la climatizzazione ed il controllo della qualità dell’aria con recupero energetico per gli ambienti residenziali e del terziario.


Per ulteriori informazioni
Ufficio stampa
Sound Public Relations:
Giulia Serazzi / Chiara Dovere
www.soundpr.it g.serazzi@soundpr.it/c.dovere@soundpr.it
www.facebook.com/SoundPR tel. +39 022056951


MyDATEC:
Laura Scandolara
http://www.mydatec.it/
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Matteo Prencipe
 Sound Public Relations (Leggi tutti i comunicati)
Via Antonio Stradivari 7
20131 Milano Italia
m.prencipe@soundpr.it
022056951
Allegati
Non disponibili
Corso di Alta formazione in Design per il Comfort abitativo  -  Uno sguardo attento al mercato di settore rivela come le aziende che operano nel campo dell’edilizia sostenibile stiano concentrando le proprie attività intorno ai temi legati al comfort percepito all’interno degli spazi abitativi. La committenza è infatti molto attenta, oltre al…
DESIGN PER IL COMFORT ABITATIVO  -  I dati parlano chiaro: il consumo per la gestione degli edifici supera il 40% del fabbisogno energetico nazionale e l’inquinamento indoor influisce sulla nostra salute e sulle nostre capacità intellettive. L’urgenza di ridurre l’impatto ambientale e i costi causati dagli eccessivi consumi e di aumentare il…
PPG sottolinea di aver ridotto emissioni, rifiuti e consumo energetico nel 2016  -  PPG (NYSE:PPG) ha oggi reso noto di aver centrato gli obiettivi in termini di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra (GHG) e rifiuti con quattro anni di anticipo rispetto alla scadenza prefissata del 2020. PPG ha annunciato questi risultati in concomitanza…
RECUPERO DEI SEMINTERRATI: NUOVE UNITA’ ABITATIVE E COMMERCIALI SENZA CONSUMO DI TERRITORIO  -  A s s o e d i l i z i a. Se ne discute in Regione Lombardia, V Commissione. Il parere di Assoedilizia. RECUPERO DEI SEMINTERRATI: NUOVE UNITA’ ABITATIVE E COMMERCIALI SENZA CONSUMO DI TERRITORIO Oggi 12 gennaio 2017 la V Commissione Regione…
Loading....