L’AUTUNNO SINFONICO DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

Dal 10 ottobre al 4 dicembre 2021, all’Auditorium Manzoni, 7 concerti, di cui 4 con l’Orchestra e 3 con la Filarmonica del Teatro Comunale.  Protagonisti sul podio Marco Angius, Hirofumi Yoshida, Ryan McAdams, e nuove promesse quali Martijn Dendievel, Corinna Niemeyer e Dmitry Matvienko.  Torna Alexander Lonquich nella doppia veste di direttore e solista, accanto a Barnabás Kelemen e Narek Hakhnazaryan.
Forlì, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

 

L’AUTUNNO SINFONICO DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

 7 concerti, di cui 4 con l’Orchestra e 3 con la Filarmonica del Teatro Comunale, in programma dal 10 ottobre al 4 dicembre all’Auditorium Manzoni

Protagonisti sul podio Marco Angius, Hirofumi Yoshida, Ryan McAdams, e nuove promesse quali Martijn Dendievel, Corinna Niemeyer e Dmitry Matvienko

Torna Alexander Lonquich nella doppia veste di direttore e solista, accanto a Barnabás Kelemen e Narek Hakhnazaryan

Solisti Giuseppe Albanese, che interpreta i due concerti per pianoforte di Liszt, e i giovani talenti Andrea Obiso, Federico Colli, Kian Soltani e Luca Buratto

  

Accanto alla “Autunno all’Opera” già annunciato, sono 7 i concerti dell’“Autunno Sinfonico” del Teatro Comunale di Bologna, in programma tra ottobre e dicembre 2021 all’Auditorium Manzoni alle 20.30.

 

Avviata nella scorsa stagione e proseguita per i concerti primaverili di quest’anno, si rinnova ulteriormente la collaborazione con la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, guidata dal Presidente Giorgio Zagnoni, la quale si alterna con la compagine della Fondazione bolognese anche nei concerti autunnali.

 

La serata di apertura, domenica 10 ottobre, vede protagonista il direttore Marco Angius, ospite frequente del teatro felsineo, che sul podio dell’Orchestra del Teatro Comunale propone il poema sinfonico Nelle steppe dell’Asia centrale di Aleksandr Borodin, la Sinfonia n. 1 in do minore op. 68 di Johannes Brahms e il Concerto per violino e orchestra n. 1 in re maggiore op. 19 di Sergej Prokof’ev, interpretato dal ventisettenne Andrea Obiso, primo violino di spalla dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia.

Lunedì 11 ottobre torna sul podio della Filarmonica del TCBO Hirofumi Yoshida con Sheherazade op. 35 di Nikolaj Rimskij-Korsakov e con il Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 in si bemolle maggiore K 595 di Wolfgang Amadeus Mozart: solista il giovane talento Federico Colli, vincitore del Concorso Mozart di Salisburgo nel 2011 e della Medaglia d’oro al Leeds International Piano Competition nel 2012.

Il terzo appuntamento, giovedì 28 ottobre, vede debuttare alla direzione dell’Orchestra del Teatro Comunale il giovanissimo polistrumentista belga Martijn Dendievel, il quale accosta la Sinfonia n. 1 in mi minore op. 39 di Jean Sibelius a due pagine di Franz Liszt: Les Préludes e il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in mi bemolle maggiore, quest’ultimo interpretato dal pianista Giuseppe Albanese, già ospite con successo delle scorse stagioni del teatro felsineo.

Lunedì 8 novembre è previsto il concerto che avrebbe dovuto chiudere la Stagione Sinfonica 2020 ma che è saltato a causa dell’emergenza sanitaria, con l’americano Ryan McAdams alla guida della Filarmonica del Teatro Comunale e il violoncellista iraniano ventisettenne in grande ascesa Kian Soltani. In programma la Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73 di Brahms e il Concerto in la minore op. 129 per violoncello e orchestra di Robert Schumann.

Doppio debutto di due giovani talenti con l’Orchestra del TCBO venerdì 26 novembre: si tratta della tedesca Corinna Niemeyer, Direttore artistico e musicale dell’Orchestre de Chambre du Luxembourg, e del pianista Luca Buratto, notato dal Guardian come “nome da seguire” e segnalato dal Telegraph come “un virtuoso fuori del comune”, i quali recuperano una serata prevista già a giugno dello scorso anno che presenta il Concerto n. 5 in mi bemolle op. 73 per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven e la Sinfonia n. 4 in mi minore op. 98 di Brahms.

Formazione di grande prestigio per il Triplo concerto in do maggiore op. 56 di Beethoven, lunedì 29 novembre, con Alexander Lonquich nella doppia veste di direttore e pianista, il violinista ungherese Barnabás Kelemen e il violoncellista armeno Narek Hakhnazaryan. Sul podio della Filarmonica del Teatro Comunale, Lonquich propone anche l’Ouverture da Der Freischütz di Carl Maria von Weber e la Sinfonia n. 8 in si minore D 759 detta “Incompiuta” di Franz Schubert.

Chiude la stagione sinfonica autunnale il concerto in programma sabato 4 dicembre diretto dal pluripremiato Dmitry Matvienko, vincitore della Malko Competition 2021 di Copenhagen, che per il suo debutto con l’Orchestra del Comunale accosta Le danze di Galanta di Zoltán Kodály , la Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 43 di Jean Sibelius e il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in la maggiore di Liszt, interpretato ancora da Giuseppe Albanese, che conclude così il ciclo dei due concerti pianistici lisztiani.

I concerti sono realizzati grazie a Intesa Sanpaolo, Main Partner della Stagione Sinfonica 2021 del TCBO che quest’anno prevede una programmazione in streaming sui canali digitali del teatro e un’offerta di spettacoli dal vivo, con la ripresa delle attività in presenza di pubblico a seguito delle recenti disposizioni governative.

«Intesa Sanpaolo è orgogliosa di essere al fianco del Teatro Comunale di Bologna anche per i concerti dell’“Autunno Sinfonico”, iniziative di grande livello che oltre al valore in termini socio-culturali sono preziose per il messaggio di ottimismo e voglia di ripartenza di cui sono espressione – spiega Cristina Balbo, Direttrice regionale Emilia-Romagna e Marche di Intesa Sanpaolo –. Per il nostro Gruppo l’impegno in campo culturale e artistico è una doverosa assunzione di responsabilità sociale come prima banca italiana impegnata nel contribuire allo sviluppo economico, sociale e culturale del territorio».

La proposta autunnale del Teatro Comunale di Bologna, oltre ai sette concerti e ai tre titoli d’opera già annunciati – Il barbiere di SivigliaAdriana Lecouvreur e La cenerentola, che andranno in scena dal 17 ottobre al 23 dicembre nel Teatro di Largo Respighi – si completa con un evento straordinario natalizio dedicato alle famiglie. In programma l’esecuzione, il 19 e il 22 dicembre in Sala Bibiena, della favola sinfonica Pierino e il lupo di Prokof’ev, con l’Orchestra del TCBO e la voce narrante di Vittorio Franceschi. Presenting partner dell’iniziativa è Rekeep.

I biglietti singoli per l’“Autunno Sinfonico” – da 15 a 35 euro – sono in vendita a partire dal 21 settembre 2021, online tramite Vivaticket e presso la biglietteria del Teatro Comunale (Largo Respighi, 1), aperta dal martedì al venerdì dalle 12 alle 18, il sabato dalle 11 alle 15 e il giorno del concerto presso l’Auditorium Manzoni da 1 ora prima fino a 15 minuti dopo l’inizio. Esclusivamente nella settimana dal 7 al 10 settembre, la biglietteria adotterà un orario ridotto: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 15.

Al singolo biglietto, il Teatro Comunale affianca la formula dei Mini Abbonamenti, ideale per chi vuole seguire tutti gli spettacoli in cartellone con il vantaggio del posto fisso e dei Carnet, pacchetti che offrono la possibilità di acquistare gruppi di più spettacoli con uno sconto del 15% sul prezzo intero. La selezione del posto è in base alle disponibilità, con diverse formule possibili: Carnet “passione Beethoven”, che include i 2 concerti del 26 e del 29 novembre; Carnet Flex, che consente di comporre il proprio carnet selezionando un titolo a scelta tra i tre gruppi di concerti: 10 e 28 ottobre; 11 ottobre e 8 novembre; 26, 29 novembre e 4 dicembre; Carnet “concerti per pianoforte”, che include i concerti dell’11 ottobre, del 28 ottobre e del 4 dicembre.

Per chi acquista un Mini Abbonamento “Autunno Sinfonico” entro il 20 settembre è stata inoltre ideata la Promo Estate, che prevede un’ulteriore riduzione sul prezzo. 
Mini Abbonamenti (da 190 a 80 euro), sono in vendita dal 23 luglio al 20 settembre, sempre online tramite Vivaticket e presso la biglietteria del Teatro Comunale; mentre i Carnet a partire dal 21 settembre presso la biglietteria del Teatro Comunale.

Anche i biglietti per l’evento straordinario di Pierino e il lupo (19 e 22 dicembre) sono disponibili a partire dal 21 settembre.

Le informazioni sulle modalità di acquisto, sui punti vendita e sugli orari di biglietteria sono disponibili su www.tcbo.it.

 

Per l’acquisto dei biglietti, dei carnet e dei Mini Abbonamenti potrà essere utilizzato il voucher emesso per spettacoli e concerti del Teatro Comunale di Bologna annullati causa Covid-19 nel corso della Stagione 2020.

 

L’accesso agli eventi in programma avverrà in ottemperanza alle normative anti Covid-19 e nel rispetto delle misure di sicurezza previste.

 

Info: www.tcbo.it

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Allegati
Non disponibili