Covid-19, Mario Melazzini a Superquark: i vaccini sono estremamente sicuri

Astrazeneca, Johnson&Johnson, Pfizer e Moderna: Mario Melazzini, intervistato a “Superquark”, sottolinea la qualità, la sicurezza e l’efficacia dei vaccini contro il Covid-19
-, (informazione.it - comunicati stampa - salute e benessere)

Nell'approfondimento di "Superquark", Mario Melazzini, Amministratore Delegato di ICS Maugeri S.p.A., spiega l'efficacia e la sicurezza dei vaccini contro il Covid-19.

Covid-19, Mario Melazzini a Superquark: i vaccini sono estremamente sicuri

Mario Melazzini: i vaccini Astrazeneca e Johnson&Johnson

A inizio 2020, in piena pandemia, la possibilità di avere dei vaccini efficaci in breve tempo sembrava poco concreta. Eppure, in meno di un anno sono stati sviluppati, tra gli altri, Astrazeneca e Johnson&Johnson, due vaccini a vettore virale. Come spiega l'Amministratore Delegato di ICS Maugeri S.p.A., Mario Melazzini, intervistato da Superquark, i due vaccini, una volta iniettati, trasmettono l'informazione per la proteina Spike sotto forma di DNA e racchiusa in un virus modificato al fine di non provocare danni. La proteina Spike è utilizzata dal Covid-19 come "chiave falsa" per entrare nelle cellule dell'organismo e innescare la fase di infezione. "Oltre al suo principio attivo - ha sottolineato Mario Melazzini - un vaccino a vettore virale contiene aminoacidi, sostanze come zuccheri o l'etanolo. Ci sono poi i polisorbati, emulsionanti che facilitano l'iniettabilità del farmaco stesso".

Mario Melazzini: i vaccini Pfizer e Moderna

Pfizer e Moderna sono invece due vaccini a RNA messaggero, basati su una tecnologia innovativa: "L'elemento chiave ed essenziale - ha evidenziato Mario Melazzini - sono queste molecole di RNA messaggero che sono racchiuse in un contesto specifico di micro-sferette di grassi (liposomi), alcuni artificiali, ed eccipienti particolari che servono a stabilizzare il prodotto". Una volta iniettata la dose di vaccino, i liposomi presenti nello stesso liberano l'mRNA contenente l'informazione utile a generare la proteina Spike: il sistema immunitario del paziente sarà quindi in grado di produrre gli anticorpi per prevenire un'eventuale infezione. Nell'approfondimento di "Superquark" dedicato ai vaccini, Mario Melazzini ha precisato: "Ci sono stati segnalati rarissimi, e sottolineo rarissimi, casi di reazioni allergiche, soprattutto per la presenza di grassi artificiali. Nonostante questo, il prodotto è estremamente sicuro e valutato al 100% per quanto riguarda la qualità, la sicurezza e l'efficacia".

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Allegati
Non disponibili