Fitet Sardegna - Cronache Pongistiche del 7 aprile 2021 - I quarti di finale della Coppa Italia 2021 - Comitato Regionale

Cominciando dalla A1 maschile la Marcozzi Cagliari sarà ospite (domenica 11 aprile 2021 h.17.00) del Verzuolo Tonoli – Scotta. Riposa il Tennistavolo Norbello. In A1 femminile il Quattro Mori recupera la gara della prima giornata di ritorno ricevendo la Bagnolese Paninolab (11/04/2021 h. 15:00). Rinviata invece la gara della terza giornata di ritorno tra Tennistavolo Norbello e Cortemaggiore.
Cagliari, (informazione.it - comunicati stampa - sport)

COPPA ITALIA ASSOLUTA 2021 – COMITATO REGIONALE SARDEGNA

GLI ESITI DEI QUARTI DI FINALE

 

Ormai si è agli sgoccioli. Mancano ancora tre gare e poi la fugace manifestazione che ha riacceso gli animi dei praticanti sardi sarà archiviata attendendo nuove parentesi di sano confronto.

Entro giovedì 8 aprile si dovranno disputare le due semifinali: Santa Tecla Nulvi-Tennistavolo Paulilatino e A.S.D. Tennistavolo Decimomannu-Tennistavolo Guilcier Ghilarza.

Di seguito i commenti che raccontano come si è arrivati alla suddetta situazione.

 

QUARTO n. 1

SANTA TECLA NULVI – CARBONIA BIANCA 3-2

 

Non è stato semplice per il Santa Tecla Nulvi, testa di serie n. 1, prevalere nei confronti di un Carbonia Bianca che si è arreso solo dopo la quinta partita. Sul campo neutro di Norbello (per espressa richiesta della società anglonese), a fare la differenza è stato Giancarlo Carta, che ha sconfitto prima Vito Moccia e poi Walter Barroi, entrambi per 3-0. Il punto che ha consegnato la vittoria ai nulvesi l’ha firmato Francesco Ara su Moccia. I sulcitani erano stati in vantaggio per 2-1 grazie a Pietro Pili (su Roberto Caddeo) e Barroi (su Ara).

“La partita è stata combattuta – spiega Giancarlo Carta - abbiamo trovato degli avversari motivatissimi che hanno dato il massimo esprimendo un bel gioco a base di incredibili cambi ritmi e colpi difficilissimi da modellare. Sia noi, sia loro siamo assenti dalle gare ufficiali da circa quattordici mesi e tutto quello che capita agonisticamente parlando la prendiamo come una novità. Il solo allenamento (sempre con le stesse persone e la stessa pallina) non ripaga e quindi si fatica a capire qual è il proprio stato di forma. Qualsiasi sia il livello l’importante è giocarsela fino in fondo, ogni partita fa storia a sé e tutti gli avversari sono da affrontare con la giusta determinazione e tanto rispetto, perché le insidie delle palline sono sempre dietro l’angolo. Rimanere duri e lucidi è l’unica soluzione per uscirne indenni. È ovvio che con tutte queste premesse reputo la Coppa Italia competizione molto complicata in quanto mi ritrovo a completo digiuno di campionati nazionali e tornei. Con Francesco Ara e Roberto Caddeo ci conosciamo ormai da cinque anni e grazie ad una società davvero grande l’armonia regna perché ti mette a proprio agio senza grandi pretese. Giochiamo per divertirci e se arrivano i risultati, tanto di guadagnato. Continuerò a tenermi in forma diversificando la preparazione grazie a bici e corsa. Recentemente, grazie al mio amico di infanzia Nicola Unida, noto nel medio Campidano per la sua catena di ristorazione Poldo West, ho ripreso anche a fare pugilato. Diciamo che diamo vita ad un fruttuoso interscambio perché a Nicola, essendo un patito di tennistavolo, svelo i trucchi del mestiere. Stessa cosa fa lui con me, facendomi indossare i guantoni dal momento che in passato si era fatto valere sui ring isolani”.

 

QUARTO n. 2

AD MURAVERA TT “A”-TENNISTAVOLO GUILCIER GHILARZA 1-3

 

La squadra delle giovani e dei giovani emergenti sarrabesi si deve arrendere ai più attempati avversari; ma dalla sfida ne esce comunque a testa alta perché non sono mancate le occasioni per acciuffare la semifinale. Lo conferma anche Mario Marchi, la bandiera del team guilcerino: “Non eravamo più abituati a trasferte così lunghe e infatti siamo arrivati a Muravera abbastanza fusi e al termine della partita lo eravamo ancora di più. Ma ne è valsa la pena perché tutto è stato entusiasmante, specie il primo incontro che a mio avviso ha spostato l’ago della bilancia dalla nostra parte. Alessandro Faedda è stato bravo a ribaltare un risultato che lo vedeva veramente ad un passo dalla sconfitta con il bravo Emanuele Cuboni. Ad un certo punto si è trovato sotto per 2-1 e con tre match ball da recuperare (10-7). Il mio compagno ha mantenuto la calma, ci ha creduto, inanellando cinque punti consecutivi. Ottenuto il pareggio è stato più semplice per lui avviarsi verso la vittoria, approfittando anche del crollo psicologico del pongista lanuseino che aveva accarezzato il sogno della vittoria. I complimenti Ale se li merita tutti perché ci ha consentito di fare la differenza. Più agevoli sono state invece le vittorie di Briam Mele che prima si è imposto su Aurora Piras e poi su Emanuele Cuboni. Io invece mi sono arreso alla brava Francesca Seu. Ci stiamo rendendo conto che con gli stimoli c’è anche la voglia di approcciarsi alle gare con maggiore enfasi; senza un reale pretesto, l’allenamento diventa fine a sé stesso. Sono piacevolmente sorpreso che due compagni del Guilcier siano approdate alle semifinali. Complimenti anche al Paulilatino che non pensavo proprio riuscisse a superare l’ostacolo Guspini. Non ci resta che sognare, magari proprio una finale in centro Sardegna”.

 

QUARTO n. 3

TENNISTAVOLO DECIMOMANNU – TORRELLAS GIALLA 3-1

 

Dopo aver passato gli ottavi di finale senza giocare, il Tennistavolo Decimomannu riprende confidenza con la vittoria. Sul successo nei confronti della forte formazione capoterrese, si esprime Cesare Mozzi: “Non è stato facile. Loro sono arrivati molto motivati e mi è sembrato anche bene allenati. Abbiamo un po' scombussolato i loro piani cambiando formazione ed è andata bene. Maurizio Piano ha vinto in apertura contro Marco Verminetti e dopo io ho giocato con Giuseppe Lepori. Giuseppe ha iniziato molto bene, facendomi veramente sudare per riprendere la partita in mano. Questa è stata la svolta perché poi Marco Saiu ha vinto bene su Celestino Pusceddu e Marco Verminetti ha interpretato impeccabilmente la sfida contro Giuseppe Lepori portandoci in semifinale. Noi siamo una bella squadra affiatata anche se a corto di allenamento. Questa Coppa Italia è stata comunque un’ottima occasione per riprendere gli allenamenti e fare qualche competizione. Spero che ci possano essere altri impegni, io personalmente avrei fatto altri gironi dopo il primo per poter giocare un po’ di più. È chiaro che in questa situazione strana si livellano i valori delle squadre perché alcuni si possono allenare regolarmente e altri invece no. Spero di poter andare avanti nella competizione. Ad una certa età smettere per molti mesi è impensabile, dopo non ritorni più come prima, fisicamente e mentalmente. Mi auguro che questa situazione possa sparire velocemente e si possano riprendere le attività normali, come campionati e tornei”.

 

QUARTO n. 4

A.S.D. TT GUSPINI A – TENNISTAVOLO PAULILATINO 1-3

 

Il risultato più sensazionale lo coglie senza dubbio la formazione paulese che ai nastri di partenza si era ritrovata come ventunesima forza della Coppa. Il TT Guspini invece con i suoi blasonati tesserati godeva dello status di testa di serie n. 4. Il presidente dei vincitori Pasqualino Putzolu racconta questa emozionante avventura che li ha portati ad espugnare il famigerato Palazzetto dello Sport n. 2: “Ci siamo presentati sul campo in punta di piedi consapevoli di vendere cara la pelle. Sono state tutte belle partite tirate e cariche di agonismo. Iniziamo le danze con Nazzaro Pusceddu che con determinazione ed esperienza prevale al quinto set sul combattivo Francesco Broccia. Segue Luigi Pusceddu contro Michele Lai. Belle partite infarcite di classe e tecnica da ambo le parti caratterizzano la gara. Prevale Luigi al quinto set. Poi Giuseppe Mellai cede 3-0 a Massimiliano Broccia. Chiude la partita Luigi vincendo per 3-0 senza concedere nulla a Francesco. Dopo questo ottimo traguardo ci prepariamo per la semifinale contro la TT Santa Tecla Nulvi, squadra forte di buon livello”.

COSA ACCADRA’ NEI CAMPIONATI NAZIONALI A SQUADRE

Cominciando dalla A1 maschile la Marcozzi Cagliari sarà ospite (domenica 11 aprile 2021 h.17.00) del Verzuolo Tonoli – Scotta. Riposa il Tennistavolo Norbello. In A1 femminile il Quattro Mori recupera la gara della prima giornata di ritorno ricevendo la Bagnolese Paninolab (11/04/2021 h. 15:00). Rinviata invece la gara della terza giornata di ritorno tra Tennistavolo Norbello e Cortemaggiore.

Il Castel Goffredo sarà di scena al Palatennistavolo di Cagliari nella settima e ultima giornata della serie A2 maschile, dove affronterà la Marcozzi.

Ultima giornata anche nel campionato di serie B maschile (girone B) con la trasferta del Tennistavolo Sassari che va a trovare l’Aon Milano Sport Tennistavolo (10/04/21 h. 16:00).

La Palestra comunale di viale Rinascita a Muravera ospiterà ben quattro gare in due giorni della B2 (girone H). Si comincia sabato 10 aprile con le seguenti dispute in contemporanea (h. 16:45): A.S.D. Muraverese Tennistavolo 'A'-King Pong e A.S.D. Muraverese Tennistavolo "B"-Muravera TT. L’indomani alle 10:30 confronto tra A.S.D. Muraverese Tennistavolo "B" e King Pong. Alle 15.30 sarà il momento per Muravera TT-King Pong.

In serie C1 si gioca l’unica gara di un girone (N) decimato dalle defezioni. Domenica 11 sfida a Roma tra l’Eureka e il Tennistavolo Sassari.

 

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
GIAMPAOLO PUGGIONI
Italia
[email protected]