Venezia 2021: Manuela Arcuri classe senza tempo come Audrey Hepburn.

L’abito bicolor firmato MT Luxury della stylist Miriam Tirinzoni è un concentrato di sensualità ed eleganza.
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - spettacolo)

Miriam Tirinzoni non si è fatta mancare nulla nella sua carriera lavorativa, neppure l’esperienza nel settore moda e consulenza di immagine.

Nell’ estate 2021 lancia un Brand di moda che si posiziona in una fascia evoluta di mercato e che si distingue dalla concorrenza per l’esclusività dei capi e l’accurato “su misura”: il marchio MT LUXURY.   

Dopo la presentazione della sua prima collezione a Roma viene notata dallo staff di alcune Dive del Cinema, che ne apprezzano lo stile, la cura dei dettagli e la ricercatezza di alcuni particolari infusi nei suoi capi.

Detto fatto, Miriam Tirinzoni approda a Venezia con lo staff di Manuela Arcuri per curare il look della Diva sulla passarella più glamour d’Europa, quella del festival del Cinema di Venezia.

“Studiando la fisicità di Manuela ho pensato per lei ad un abito bicolor bianco e nero, e ad alcuni dettagli raffinati in Swarovsky sia davanti che dietro con un bel fiocco: colori eleganti per una Diva importante, completa e che ha fatto con molta serietà sia cinema che televisione;

Si presenta così Manuela Arcuri raffinata ed elegante nell’abito che Miriam Tirinzoni ha disegnato per lei per la passerella più glamour d’Europa quella della Biennale di Venezia78.

La scelta dei colori per l’abito di Manuela è data dal bianco e nero, ovvero la somma di tutti i colori in contrasto con l’assenza del colore con un’estetica molto curata in tutti i dettagli, richiamando l’attenzione sul bel decoltè della Diva con alcuni punti luce in Swarovsky alla fine del corpino. L’utilizzo degli Swarovsky è un tratto distintivo della Creative Director Miriam Tirinzoni i medesimi sono posti anche sul fiocco dietro dell’abito proprio ad esaltare la classe e l’eleganza di una bellezza statuaria come quella di Manuela Arcuri, mentre l’abito chiude con uno spacco ampio che ne esalta le lunghe e sinuose gambe.

Un’attrice, una donna, una mamma che molto ha dato al cinema ed alla fiction italiana e che viene premiata a Venezia per la sua ultima interpretazione nel documentario “I Luoghi della speranza”: un documentario che per i temi trattati ribadisce la serietà e lo spessore dell’attrice

“Posso dire che per me è un grande onore ed una grande soddisfazione essere qui al Festival del Cinema in un parterre di rilievo internazionale, proprio a Venezia dove il Glamour è di casa e dove tutte le maison di moda creano tendenza e regalano sogni anche agli sconosciuti che si incontrano in passerella e posso mettere a frutto anche le abilità maturate in anni di consulenza affiancando le Dive nella scelta dei loro look”

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr