Riccione Teatro: La Bella Stagione presenta Francesca Einaudi in "Preziosa".

Anteprima nazionale, Sabato 19 gennaio 2019, Spazio Tondelli.
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) Francesca Inaudi debutta allo Spazio Tondelli nel ruolo di Preziosa , una donna che ripercorre le tappe fondamentali della sua vita attraverso tutte le volte in cui ha tentato il suicidio: a tre anni, gettandosi dal seggiolone; a undici, cercando di soffocarsi con delle Big Babol; a quindici, tagliandosi le vene. In questo flusso di coscienza dal registro brillante emerge, episodio dopo episodio, un non-detto drammatico. Preziosa racconta della sua sindrome d’abbandono, ma anche del miracolo della vita che regala sempre un’ennesima opportunità. “Vivi spinta dal desiderio e non dalla paura”: questo comprende Preziosa lungo il suo percorso.

Massacrarsi di sensi di colpa è uno sport che non le appartiene più. Ora che ha capito preferisce ridere. Passeggiare. Essere ciò che è. Leggera. Vitale. Autentica. Magari Preziosa.


INFO:

Ingresso: 20 euro Spettacolo in abbonamento. Informazioni: Spazio Tondelli cell. 320 0168171 (lunedì-venerdì, ore 10-13) Biglietti: prezzi abbonamenti e biglietti alla pagina dedicata del sito web La bella Stagione. Prevendita online sul sito web Liveticket.it e nelle rivendite autorizzate Liveticket (si applicano i diritti di prevendita) Sito web La bella stagione Pagina Facebook Spazio Tondelli



La Bella Stagione, Riccione Teatro
Allo Spazio Tondelli, Lorenzo Kruger e Giacomo Garaffoni in un reading da Gianni Rodari
Il cantautore Lorenzo Kruger, voce dei Nobraino, e l'attore e regista Giacomo Garaffoni, già attivo con Teatro Valdoca e Socìetas Raffaello Sanzio, in scena con un personale adattamento di alcune "favole" di Gianni Rodari, dal titolo "Favole interrotte al telefono".
L'idea di Kruger e Garaffoni è quella di portare alcune parti dell'opera di Rodari in un contesto contemporaneo, fatto di solitudini, frustrazioni e distanze, ma anche di genitori ostinati a restare figli e di figli fin troppo adulti.
Idea in parte realizzata: resta da riscoprire la dimensione educativa dell'opera di Rodari, il suo rovesciamento di prospettiva.
Favole al telefono, raccolta di storie brevi da leggere ai bambini, molto amate dagli adulti, è un libro che unisce generazioni di lettori, dove la finzione letteraria è quella del padre che, fuori per lavoro, legge ogni sera alla figlia una storia, al telefono.
Rodari scriveva, proprio in queste sue Favole al telefono: “La lacrima di un bambino capriccioso pesa meno del vento, quella di un bambino affamato pesa più di tutta la terra”.

Lo spettacolo è il primo di una serie di appuntamenti del cartellone del Tondelli curati da We Reading , il format di letture e lettori non convenzionali che sta riscuotendo successo in giro per l’Italia.

Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Giancarlo Garoia
 RETERICERCA (Leggi tutti i comunicati)
47122 (Bologna) Italia
rete.ricerca@libero.it
3338333284
Allegati
Non disponibili