Il Marocco alleato fedele dell'Europa nella lotta al terrorismo

L'Europa e l'Italia devono rompere ogni indugio, essere più chiare e trasparenti  con il Marocco. Il tempo della ambiguità su alcuni temi , come l'unità nazionale del Regno è finito.
Milano, (informazione.it - comunicati stampa - politica e istituzioni)

"La Direzione Generale della Sorveglianza Territoriale (DGST) ha trasmesso, in data 1 aprile 2021, ai servizi di intelligence interni ed esterni francesi (DGSE-DGSI), informazioni specifiche riguardanti un cittadino francese di origine marocchina, che stava preparando un'operazione terroristica.

Fino a qui la notizia riportata dalle agenzie di stampa e riprese da numerosi giornali . Questo fatto merita alcune osservazioni.


La prima , l' Europa ha nel Marocco un alleato fedele e strategico nella lotta al terrorismo internazionale . Un male che colpisce tutto il mondo e che il ritorno in Europa dei seguaci del "Daesh" potrebbe alimentare ulteriormente . Il Marocco , inoltre è impegnato da oltre venti anni in una politica non solo repressiva della radicalizzazione ma anche in politiche attive che cercano , nello spirito dei valori dello Stato di diritto di recuperare coloro che sono caduti nella tentazione della radicalizzazione e posso essere potenziali terroristi.

La seconda è che il Marocco è l'unica Nazione che può insegnare qualcosa nella lotta al terrorismo internazionale , ruolo riconosciuto anche dalle Nazioni Unite.

Da queste due premesse ne nasce una logica conseguenza . L'Europa e l'Italia devono rompere ogni indugio, essere più chiare e trasparenti  con il Marocco. Il tempo della ambiguità su alcuni temi , come l'unità nazionale del Regno è finito. Occorre una scelta di campo netta e precisa . E questa scelta è una sola passa dal pieno riconoscimento dell'integrità territoriale del Regno, dalla fine all'appoggio da parte di alcune amministrazioni locali italiani e non solo a chi non rappresenta il Regno ed infine alla creazione di un organismo di polizia unificato che copra il bacino del Mediterraneo. Solo una struttura unificata di polizia ed intelligence euromediterranea potrebbe far fronte alle sfide del futuro. Ovvero lotta al terrorismo e all'immigrazione illegale . Insomma creare le basi per una interoperabilità euromediterraneo che , a partire dal rapporto Europa- Marocco potrebbe aprirsi ad altri Paesi.

La Pace e la sicurezza non sono patrimonio di una Nazione ma dell'umanità intera



Marco Baratto

studioso del mondo arabo

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Allegati
Non disponibili