PREMIO INDUSTRIA FELIX: NONNO NANNI RICEVE L’ALTA ONORIFICENZA DI BILANCIO ED È TRA LE MIGLIORI IMPRESE DEL VENETO

Un altro riconoscimento per l’azienda veneta, tra le 52 top imprese del Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia e premiata giovedì 22 aprile in live streaming
Giavera del Montello, (informazione.it - comunicati stampa - società)

Un 2021 all’insegna dei riconoscimenti per Nonno Nanni, brand leader nei formaggi freschi, che continua l’anno tagliando un altro importante traguardo. Nonno Nanni, infatti, è stato insignito del Premio Industria Felix dal Comitato Scientifico coordinato dal professor Cesare Pozzi, docente di Economia industriale dell’Università Luiss Guido Carli e dal vicepresidente nazionale di Confindustria, l’ingegner Vito Grassi. A Nonno Nanni è stata conferita l’Alta Onorificenza di Bilancio per essere tra le migliori imprese per crescita gestionale e affidabilità finanziaria della Regione Veneto per Cerved.

Il “Premio Industria Felix – L’Italia che compete” è un evento dedicato all’informazione economico-finanziaria ed è riservato alle eccellenze imprenditoriali con bilanci virtuosi.  Il Premio riconosce i primati delle aziende italiane rispetto ai principali parametri di bilancio su scala regionale e nazionale. L’inchiesta è organizzata da Industria Felix Magazine, trimestrale diretto da Michele Montemurro in supplemento con Il Sole 24 Ore, in collaborazione con il Centro Studi Economici di Cerved (primario operatore italiano rating) e riguarda bilanci di società di capitali con sede legale nelle varie regioni italiane.

Nonno Nanni è stato scelto dal Comitato Scientifico partendo da un algoritmo vincolante che ha selezionato complessivamente 850mila società di capitali con sede legale in Italia e ha individuato solo imprese che nelle rispettive categorie hanno registrato tra i migliori mol, utile, roe positivo, rapporto oneri finanziari/mol inferiore al 50%, un delta addetti pari o crescente rispetto all’anno precedente e un Cerved Group Score Impact di solvibilità o sicurezza finanziaria, che è una valutazione sintetica del merito creditizio delle imprese italiane realizzata da Cerved, ottenuto attraverso una suite di modelli statistici che consentono di stimare per ogni impresa una probabilità di insolvenza.

La maxi inchiesta annuale condotta su 92mila bilanci ha evidenziato un aumento di fatturati e di addetti nel Triveneto nella fase pre-Covid. Le 66mila società di capitali con sede legale in Veneto hanno prodotto 258 miliardi di euro con un incremento dell’1,4% rispetto all’anno precedente.

L’evento di premiazione per il Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia si è tenuto giovedì 22 aprile 2021 in live streaming, ed è stato presentato da Michele Montemurro e dal giornalista e Vice Direttore di Rai 1 Angelo Mellone, alla presenza “virtuale” di autorità, giornalisti e rappresentati del mondo imprenditoriale e istituzionale.

Durante la cerimonia, la Famiglia Lazzarin, rappresentata da Silvia Lazzarin, Amministratore di Nonno Nanni ha ritirato virtualmente il premio. “Questo importante riconoscimento conferma il nostro impegno per un’attenta gestione aziendale, per questo lo vogliamo dedicare a tutti i nostri collaboratori che ogni giorno si impegnano con tanta dedizione. Siamo una famiglia, prima di un’azienda, lavoriamo nel rispetto del territorio e dell’ambiente, e da sempre cerchiamo di portare avanti i valori che ci ha trasmesso il nonno Giovanni – Nanni – quali tradizione, bontà e sostenibilità. Grazie a tutto questo oggi siamo una realtà solida e un Brand amato dai nostri consumatori: la vincita di questo premio ne è la dimostrazione, oltre che un ulteriore incoraggiamento per fare sempre meglio” – afferma Silvia Lazzarin.  

Durante l’evento sono intervenuti Vito Grassi, vicepresidente di Confindustria e coportavoce del Comitato scientifico di Industria Felix, Piermario Pariotti, Sales director di Cerved, Mauro Alfonso ad di Simest, Paolo Mazzanti, direttore di Askanews, Marco Gabbiani, senior manager dell’Investment Banking Banca Mediolanum, Gianluca Viero e Andrea Fumarola, wealth advisor, Alessandro Grassetto, partner di Bernoni Grant Thornton, Michele Chieffi amministratore unico per Sustainable Development e Francesco Lenoci, consulente Sustainable Development. I lavori si sono conclusi con gli interventi di Cesare Pozzi, docente di Economia industriale dell’Università Luiss e co-portavoce del Comitato scientifico di Industria Felix ed Elena Donazzan, assessore al Lavoro e alla Formazione della Regione del Veneto.

L’iniziativa, giunta alla sua XXXII edizione, è stata organizzata, con il patrocinio di Confindustria, Simest (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti), le media partnership de Il Sole 24 Ore e Askanews, con le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Grant Thornton, Lidl Italia e Sustainable Development.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Allegati