Achille Bonito Oliva

Compiuti gli studi classici nel 1961 si laurea in giurisprudenza all' Università Federico II . Successivamente si iscrive alla facoltà di lettere e matura la sua iniziale vocazione: la poesia . Partecipa, tra l'altro, alle ricerche del Gruppo 63 con i suoi primi libri di poesia: "Made in Mater" del 1967 e "Fiction poems" del 1968 . Nel 1970 organizza a Roma la mostra "Vitalità del negativo", nella quale ospita artisti noti nell'ambito dell' arte povera come Jannis Kounellis e Michelangelo Pistoletto . Sarà proprio tale mostra a dar vita ad un profondo confronto tra tali artisti con il passato dell' arte e cultura italiana

Nel 1980 scrive l'opera "La Transavanguardia italiana" fondando la Transavanguardia , omonimo movimento artistico. La sua idea del critico d'arte è innovativa: propone un "modello creativo" della critica. Il critico non è più sostenitore di una sola poetica e mediatore tra artista e pubblico, ma deve agire come un "cacciatore". Dal 1968 vive a Roma , dove inizia la sua attività di critico d'arte e insegna storia dell'arte contemporanea alla Facoltà di Architettura dell' Università La Sapienza . (fonte: Wikipedia)
Loading....