Achille Lollo

La notte tra il 15 ed il 16 aprile 1973, Achille Lollo incendiò, insieme a Clavo e Grillo, la porta dell'appartamento di Mario Mattei, all'epoca segretario della sezione "Giarabub" di Primavalle del MSI, con una sorta di bomba incendiaria. Le fiamme si propagarono, accidentalmente secondo la sentenza, a tutto l'appartamento e nel rogo morirono Stefano, 10 anni, e Virgilio Mattei, 22 anni, figli del segretario

Il processo di primo grado ad Achille Lollo, Marino Clavo e Manlio Grillo iniziò il 24 febbraio 1975. In stato di detenzione c'era il solo Achille Lollo. Manlio Grillo e Marino Clavo erano latitanti.. All'inizio l'accusa ipotizzata era di strage e la pubblica accusa aveva sollecitato la pena dell'ergastolo. Il processo in Corte d'Assise (il cui inizio fu caratterizzato dagli scontri di piazza in cui fu ucciso il giovane greco di destra Mikis Mantakas) si concluse il 15 giugno 1975 con tre assoluzioni per insufficienza di prove, per i reati di incendio doloso e omicidio colposo. In secondo grado, gli accusati vennero condannati a 18 anni di carcere per omicidio colposo e altri reati, il 16 dicembre 1986. Sentenza confermata dalla Cassazione il 13 ottobre 1987, i giudici sottolinearono che gli imputati non avevano intenzione di uccidere ma di "intimidire l'avversario politico". Lollo scontò due anni di carcere preventivo in attesa della sentenza definitiva, per poi fuggire dopo la condanna in appello. (fonte: Wikipedia)
ROGO DI GIUSTIZIA

ROGO DI GIUSTIZIA

A 45 anni dalla strage di Primavalle, rabbia per una strage che non fu mai punita seriamente. Achille Lollo si fece solo due anni. Quella consulenza con un collaboratore del grillino Di Battista (ilgiornaleditalia - 17/04/2018) Leggi | Commenta
Loading....