Andrej Aršavin

È stato nominato calciatore russo dell'anno nel 2006 . È stato anche votato come uno dei più forti tra i calciatori russi e sovietici di tutti i tempi

Caratteristiche tecniche
Dotato di notevoli capacità tecniche, ha avuto una carriera apprezzabile ma parzialmente limitata dalla poca propensione al sacrificio

Andrej Sergeevič Aršavin muove i suoi primi passi nei pulcini del Lokomotiv Mosca , sotto la guida di Dimitri Phonvkencho. Prodotto della scuola calcio "Smena", nel 1999 e nei primi mesi del 2000 giocò per la squadra riserve dello Zenit San Pietroburgo, lo Zenit San Pietroburgo 2, in Pervij divizion , la seconda divisione del campionato russo di calcio

Nel 2000 fu incluso nella prima squadra dello Zenit San Pietroburgo. Giocò in varie posizioni in campo, partendo come un centrocampista destro , quindi come un centrocampista offensivo, per poi giungere a giocare come attaccante . Vinse il titolo di "Miglior giocatore della Prem'er-Liga russa" in quella stagione, grazie alla capacità di giocare come ala , come fantasista e come attaccante. È degno di nota per l'agilità e per le superbe abilità tecniche, come i passaggi lunghi e corti, la forte andatura, l'efficace dribbling e il preciso e potente tiro. Queste qualità e la sua indole che lo spinge a dare sempre il massimo lo hanno reso uno dei più importanti giocatori del suo club e del proprio paese. (fonte: Wikipedia)
Loading....