Carlos Fuentes

Tra le sue opere di maggior spessore "La morte di Artemio Cruz" e "Terra nostra"

Fuentes nasce a Panamá, figlio di un funzionario del corpo diplomatico messicano. Durante l'infanzia seguì il padre nei numerosi spostamenti dovuti alla propria professione, vivendo in diverse capitali americane: Montevideo , Rio de Janeiro , Washington , Santiago del Cile , Quito e Buenos Aires . Durante questi anni continuò durante le estati a recarsi a Città del Messico dove studiava per non perdere le proprie radici messicane. Durante il proprio soggiorno a Santiago del Cile ed a Buenos Aires ebbe la possibilità di conoscere alcuni esponenti di grande livello della cultura latinoamericana, tra i quali Pablo Neruda e David Alfaro Siqueiros

All'età di 16 anni arriva in Messico e dopo aver frequentato la scuola "preparatoria" inizia a lavorare come giornalista, collaborando con la rivista "Hoy" e vince il primo premio del concorso letterario del" Colegio Francés Morelos". In seguito si laurea in Diritto presso l' UNAM . Nel 1950 viaggia in Europa ed effettua delle ricerche di Diritto Internazionale presso l' Università di Ginevra . (fonte: Wikipedia)
Loading....