Cella (architettura)

La cella (in greco ναός "naòs") era la parte interna di un tempio greco o romano

Era l'ambiente che ospitava l'immagine della divinità (una statua di solito) e simbolicamente era la casa del dio stesso; per questo era proibito entrarvi se non durante particolari festività , mentre vi accedevano regolarmente soltanto alcuni tipi di sacerdoti

Le dimensioni della cella nei templi classici sono per questo molto ridotte e la superficie dello spazio interno era decisamente secondaria rispetto alla decorazione esterna, che alla fine era la parte fruita dalla comunità che si riuniva fuori dagli edifici per le funzioni e i riti

La cella, che ha come antecedenti forse il μέγαρον " megaron " minoico e miceneo , poteva essere preceduta da un portico colonnato (" pronao "), dove potevano trovarsi le stanze dei "tesori", le raccolte di offerte dei fedeli. Talvolta questa funzione spettava invece a una stanza posteriore, detta " opistodomo ". La zona riservata ai sacerdoti era detta invece ἄδυτον "àdyton". La cella era spesso coperta da cancellate , per impedire il saccheggio delle offerte. La disposizione delle colonne in relazione alla cella, definisce le varie tipologie templari ("in antis", prostilo, anfiprostilo, periptero, pseudoperiptero , diptero, pseudodiptero) (fonte: Wikipedia)
Loading....