Chimica degli alimenti

La chimica degli alimenti o bromatologia (dal greco βρῶμα, "brṑma", «cibo») è la branca della chimica che si occupa dello studio degli alimenti approfondendone gli aspetti relativi alla caratterizzazione quali-quantitativa, alle trasformazioni biochimiche a cui vanno incontro più o meno spontaneamente, ai metodi di condizionamento e conservazione degli alimenti

Le radici della moderna chimica degli alimenti risalgono verso gli inizi del 1800, quando molti chimici famosi cominciarono a studiare i cibi e a isolarne i principali componenti. I primi pionieri furono Carl Wilhelm Scheele , che isolò l' acido malico dalle mele nel 1785 , e Sir Humphry Davy che pubblicò nel 1813 il primo libro riguardante la chimica agraria e alimentare

La moderna chimica degli alimenti sta assumendo sempre maggiore attenzione rispetto al problema della contaminazione chimica e biologica, studiando nuove strategie analitiche e metodiche atte a contrastare o ridurre i rischi associati alle esposizioni contaminanti. (fonte: Wikipedia)
Loading....