Federico Quercia

Nacque a Marcianise il 23 febbraio 1824 da Angelo Quercia, maggiore degli eserciti napoletano e napoleonico insignito della Legion d’onore , e da Angela Porta di Procida

Nel 1843 si trasferì a Napoli per frequentare l'università, dove studiò lettere italiane alla scuola di Basilio Puoti e frequentò il corso di Pasquale Galluppi , la scuola di filosofia del Palmieri, il corso di lettera latina di Antonio Mirabelli e il corso di diritto del Savarese. Ancora allievo, compose una grammatica italiana e, dopo la laurea in diritto e letteratura, conseguita nel 1846, pubblicò poesie e scritti di vario argomento, collaborando anche con il giornale napoletano “Il Nazionale”, diretto da Silvio Spaventa

Nel 1847 aprì un corso privato di filosofia e letteratura, ma nel 1849, a causa delle sue idee liberali, la polizia borbonica lo incarcerò per 18 mesi, chiudendo la scuola e confiscando i suoi libri

Nel 1849 si arruolò volontario nell'esercito del generale Guglielmo Pepe , cui aveva affidato il comando del contingente inviato al Nord per la guerra d'indipendenza, e fu ferito in combattimento. (fonte: Wikipedia)
Loading....