France Gall

Figlia del paroliere Robert Gall, noto per aver scritto brani per Charles Aznavour e per Edith Piaf , France diventa famosa in Francia non ancora sedicenne, quando nel 1963 incide il suo primo singolo "Ne sois pas si bête" e arriva al primo posto delle classifiche francesi. In seguito le vengono affidate canzoni di Serge Gainsbourg come " Laisse tomber les filles ", "Les Sucettes" e "Poupée de cire, poupée de son" che vince l' Eurovision Song Contest del 1965 svoltosi a Napoli. Di quest'ultima canzone esiste anche una versione in italiano intitolata "Io sì, tu no"

Il repertorio di France Gall si inserisce nel filone yéyé , ma mentre i suoi colleghi dell' epoca (fra cui il cantautore Claude François con cui ebbe una "liason" amorosa) elaboravano cover di brani anglosassoni, lei si è sempre servita di autori francesi, grazie anche all'aiuto del padre

Uno dei suoi primi successi, "Sacré Charlemagne", fa addirittura il giro del mondo vendendo milioni di dischi anche in Giappone . La cantante Milena ne incide una versione in italiano (elaborata da Giorgio Calabrese ) che riscuote un certo successo anche in Italia. (fonte: Wikipedia)
Loading....