Girolamo Muziano

Muziano è stato attivo nella pittura tardo-rinascimentale italiana e nel Manierismo . Nacque ad Acquafredda , vicino a Brescia , ma lavorò principalmente a Roma

Iniziò a lavorare sotto la guida del Romanino , pittore a sua volta influenzato da Tiziano . Il suo apprendistato lo svolse con Domenico Campagnola e Lambert Sustris dal 1544 al 1546 nella città di Padova

Soggiornò a Venezia fino al 1549 e si trasferì definitivamente a Roma nel 1550 . Era conosciuto come "Il Giovane dei paesaggi"

Dipinse opere storiche in uno stile basato in gran parte su Michelangelo . Il suo quadro, "Resurrezione di Lazzaro" ( 1555 ) fu dipinto per il Palazzo di Colonna in Subiaco e lo rese famoso. Il lavoro venne poi collocato nella Basilica di Santa Maria Maggiore , sopra la tomba dell'artista. Fu quindi successivamente trasferito al Quirinale e si trova ora nei Musei Vaticani

Muziano divenne un grande artista a Roma intorno agli anni 1570 - 1580 , interpretando opere che compiacevano i suoi patroni della Controriforma . I suoi dipinti più importanti sono "La circoncisione", che si trovava nella Chiesa del Gesù . In Santa Maria in Aracoeli si trovano: S. Pietro, S. Paolo e S. Matteo e l'angelo nella cappella Mattei (inizialmente destinato a S. Luigi dei Francesi prima dell'arrivo del Caravaggio). Inoltre "San Girolamo che predica ai monaci nel deserto" di Santa Maria degli Angeli . Questo ultimo dipinto fu uno dei due quadri che Muziano creò per l'altare della Basilica di San Pietro , durante il periodo in cui Muziano lavorava come sovrintendente dei lavori per papa Gregorio XIII . È stato anche responsabile per rifondare l' Accademia di San Luca in Roma. (fonte: Wikipedia)
Loading....