Italmobiliare

Italmobiliare è una holding di partecipazioni quotata dal 1955 alla borsa valori di Milano nell'índice FTSE Italia Mid Cap, ora segmento Star. Il suo controllo fa capo alla famiglia Pesenti

"Italmobiliare" è stata fondata nel 1946, come holding di partecipazioni di Italcementi, controllata dal 1979 al 2016, quando è stata ceduta al gruppo tedesco HeidelbergCement con una plusvalenza di 824 milioni di euro. Da quel momento le aree di interesse della società non sono più il mondo dell'editoria e delle banche. Per Italmobiliare inizia una "terza vita"

La prima vita è con Carlo Pesenti, il fondatore. Considera la società come "uno scrigno chiuso", talmente chiuso da annunciarne pubblicamente la nascita con sette anni di ritardo, nell'ottobre 1953. Negli anni sessanta e settanta lo riempie di banche (il Credito Commerciale, l'Ibi, la Provinciale Lombarda), di assicurazioni (la Ras), di giornali ("La Notte" e "Il Tempo"). La seconda vita è con Giampiero Pesenti, il figlio, il quale negli anni ottanta e novanta circoscrive l'impegno della famiglia nel cemento (con l'acquisizione nel 1992 della "Ciment Francais" triplica il fatturato dell'Italcementi) ed entra nei cosiddetti "salotti buoni" con una partecipazione in Mediobanca e nella casa editrice Rcs in cui Giampiero guida a lungo il patto di sindacato dei grandi soci. La terza vita è con Carlo Pesenti, figlio di Giampiero e omonimo del nonno, il quale, dopo la vendita di Italcementi, avvia una nuova diversificazione del portafoglio. Già nel 2016 effettua un forte alleggerimento nel settore bancario con il completo disinvestimento da Unicredit e la cessione della banca svizzera Finter ed entra nel mondo del "private equity" acquisendo per 18,8 milioni di euro il fondo italiano Clessidra. (fonte: Wikipedia)
Loading....