Massimo Gramellini

Nato a Torino da una famiglia originaria della Romagna, all'età di nove anni perde tragicamente la madre, Giuseppina Pastore, episodio che lo segnerà profondamente per tutta la vita. Scoprirà solo molti anni dopo, verso la metà degli anni novanta, leggendo un articolo di giornale del 1969, che sua madre a 38 anni si era suicidata buttandosi dal balcone del quinto piano: la donna, gravemente malata e in preda alla depressione, morì sul colpo ma nessuno ebbe il coraggio di rivelare i particolari al piccolo Massimo; il padre gli disse infatti che era morta di infarto fulminante

È stato sposato con Maria Laura Rodotà, giornalista e figlia del giurista Stefano Rodotà

Frequenta il liceo classico presso l'Istituto San Giuseppe di Torino e si diploma con il massimo dei voti; intrapresi gli studi in giurisprudenza presso l'Università di Torino, nell'autunno del 1985 li abbandona per incominciare a collaborare con la redazione torinese del Corriere dello Sport - Stadio. Un anno dopo viene assunto come praticante nella redazione sportiva del quotidiano milanese Il Giorno, dove racconta il primo scudetto del Milan di Silvio Berlusconi e i principali tornei di tennis del mondo. (fonte: Wikipedia)
«Interroghiamo il professore»: il Rettore dell'Università degli Studi di Bergamo ospite a Tempo di Libri  -  C’è anche il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo, Remo Morzenti Pellegrini, tra gli ospiti più attesi a Tempo di Libri, la fiera internazionale dell’editoria organizzata da La Fabbrica del Libro che dall’8 al 12 marzo 2018…
Loading....