Passer domesticus

Il passero domestico, spesso chiamato semplicemente passero o passerotto, ma anche passera europea o passera oltremontana ("Passer domesticus" Linnaeus, 1758), è probabilmente l'uccello più diffuso e noto in Europa, sia nelle città che nelle campagne

Da alcuni anni la popolazione è in declino in varie parti d'Europa, senza che vi sia una causa certa

Il piumaggio dei maschi adulti differisce dal piumaggio delle femmine e degli immaturi. Il maschio è facilmente confondibile con le altre specie del genere "Passer", se non fosse per il vertice grigio. La taglia è di circa, per di peso

È una specie molto socievole, infatti possono stare in gruppi di una decina di esemplari e spesso si avvicinano agli umani per cercare cibo. È granivoro, ma in estate non disdegna larve e insetti. I passeri europei per liberarsi dei parassiti fanno "bagni di terra". Vive in media 5 o 6 anni

Il maschio prepara più nidi, nei posti più disparati ma sempre comodi: sotto le tegole, negli anfratti di edifici e occasionalmente sugli alberi. La paglia è la componente principale dei suoi nidi, che poi imbottisce con piume di altri uccelli; l'ingresso del nido è sempre laterale. La femmina che si farà attirare in uno dei nidi preparati dal maschio, vi deporrà dalle 4 alle 8 uova, come arriva la primavera; la nidiata è svezzata da entrambi i genitori. (fonte: Wikipedia)
L'immaginazione al potere Baglioni a Sanremo fa un «68»

L'immaginazione al potere Baglioni a Sanremo fa un «68»

«Passerotto non andare via». Chi non ricorda lo slogan principe sulle barricate del ‘68? Scherziamo, naturalmente. Ma sorprende che Claudio Baglioni, Gran Ciambellano del prossimo Festival di Sanremo (6-10 febbraio), sia tornato a evocare la stagione della rivolta giovanile di cui mezzo mondo… (La Gazzetta del Mezzogiorno - 10/01/2018) Leggi | Commenta
Loading....