Serra Dolcedorme

Serra Dolcedorme, con i suoi 2.267 metri, costituisce la cima più elevata del massiccio del Pollino , oltre che dell' arco appenninico meridionale

Il confine tra Basilicata e Calabria , seguendo la cresta della "Sella Dolcedorme" (1.970 m) - che divide l'omonima serra dalla vetta del Pollino - prosegue sull'anticima del versante nord-occidentale (2.247 m), per poi discendere sulla cresta nord della montagna. La vetta vera e propria è spostata subito più a sud, in territorio calabrese

Molto ripido il versante meridionale, che si getta nella Piana di Sibari , caratterizzato da una grandiosa parete, la più imponente dell'Italia meridionale

Il versante lucano, segnato dall'ampia curva arcuata che dai 2.247 metri dell'anticima nord-occidentale digrada bruscamente verso i 1.872 metri del "Passo delle Ciavole", racchiude la conca della "Fossa del Lupo", uno dei circhi glaciali più imponenti del massiccio, alla cui base si stende il vasto e luminoso altopiano denominato "Piano di Pollino". Quest'ultimo, con la più alta "Piana del Pollino" e col più basso "Piano di Toscano", va a costituire i più noti piani di Pollino. (fonte: Wikipedia)
Loading....