Torre Eiffel

La torre Eiffel (in lingua francese "tour Eiffel", pronuncia:) è il monumento più famoso di Parigi , conosciuto in tutto il mondo come simbolo della città stessa e della Francia

La progettazione: Koechlin, Nouguier, Sauvestre
La forte industrializzazione che, a ritmi vertiginosi, aveva interessato la Francia nell'Ottocento consentì la costruzione di edifici sempre più alti. Ciò fu possibile grazie all'entrata in produzione di nuovi materiali edilizi, come le ghise e l'acciaio, impiegati per produrre travi e altri elementi strutturali analoghi che, con le loro alte resistenze, rivoluzionarono il modo di costruire. In questi anni segnati dal progresso industriale l'idea di una torre svettante che sfidasse la gravità era già nell'aria: basti pensare all'inglese Richard Trevithick , che già nel 1833 aveva progettato una colonna di ghisa traforata alta mille piedi, poi mai realizzata

Quando, sul finire del 1884, il governo francese annunciò di voler salutare l'Esposizione Universale del 1889 di Parigi - la decima di quelle rassegne consacrate ai fasti della produzione industriale - con un'opera di dimensioni colossali, Maurice Koechlin e Émile Nouguier aderirono entusiasticamente all'impresa. Koechlin e Nouguier erano due ingegneri alle dipendenze della Compagnie des Établissements Eiffel, una fiorente ditta gestita da Gustave Eiffel , uno dei più accreditati «architetti del ferro» del periodo, e l'idea che avevano avuto era ambiziosa: si trattava di un «imponente pilastro metallico, formato da quattro travi reticolari svasate in basso che si congiungono in cima, legate tra loro mediante traverse disposte a intervalli regolari». Il ferro era ovviamente l'unico materiale adeguato a una costruzione di una simile portata. (fonte: Wikipedia)
Loading....