Tumore dell'utero

Con il termine cancro dell'utero si identifica un quadro patologico neoplastico a carico dell' utero

Le più antiche descrizioni dei cancri uterini si trovano nei papiri egizi di Kahum e Ebers ( 1800 - 1500 a.C. ), in particolare in un paragrafo intitolato "Istruzioni da seguire per una donna che accusa dolori all'utero quando cammina". La diagnosi si basava sui dolori lamentati dalla malata e di solito era legata a un particolare odore di “carne bruciata” emanato dai genitali della donna. In seguito, Ippocrate , nel "Trattato delle malattie delle donne", descrive questo tipo di cancro individuandone la causa nell'«accumulo dell'umore cattivo», ovvero della bile nera , per secoli ritenuta colpevole di tutti i cancri

Agli inizi dell'800 si sviluppa una maggiore consapevolezza di questi tumori, definiti "fibromi uterini", e si inizia a parlare di asportazione per via addominale. La prima operazione di asportazione avviene nel 1853 negli Stati Uniti da parte di Walter Burnham e dieci anni dopo in Europa per mano di Eugène Koeberlè . Altre volte, quando l'intervento non appariva indicato, si utilizzava l'antica tecnica della cauterizzazione o si ricorreva all'uso della corrente galvanica , piuttosto in auge negli ultimi decenni dell' Ottocento . Solo nei primi decenni del Novecento questo metodo lungo e doloroso fu abbandonato e sostituito dalla radioterapia . (fonte: Wikipedia)
Loading....