Kinds of Kindness: un ritorno alle origini per Yorgos Lanthimos

Il regista Yorgos Lanthimos, noto per il suo stile unico e provocatorio, torna sul grande schermo con il suo ultimo film "Kinds of Kindness". Il film, presentato in concorso al Festival di Cannes, sarà disponibile nelle sale cinematografiche italiane dal 6 giugno.

"Kinds of Kindness" segna un ritorno alle origini per Lanthimos. Il film è molto più vicino ai suoi lavori greci rispetto ai suoi film internazionali più recenti, a partire da "The Lobster". Nonostante ciò, non si tratta di un film da Oscar o da box office, né di una piccola gemma per un pubblico affezionato. È un film da festival, un'opera che si distingue per la sua originalità e audacia.

Il film è diviso in tre episodi, legati tra loro dal cast (ma con personaggi differenti) e da situazioni ricorrenti. Nel primo episodio, un impiegato riceve l'incarico dal suo capo di uccidere un uomo. Dopo un tentativo fallito, l'impiegato è costretto a ricorrere a stratagemmi sempre più assurdi per rimediare al danno. Nel secondo episodio, un poliziotto è convinto che la moglie, scomparsa per mesi e poi ritornata dopo un viaggio, sia stata sostituita da una sosia.

Il film vanta un cast stellare composto da Emma Stone, Jesse Plemons, Willem Dafoe, Margaret Qualley, Hong Chau e Mamoudou Athie. La loro interpretazione contribuisce a creare un affresco feroce, beffardo e surreale, in cui si intrecciano temi come la paura e il desiderio, il potere e la sottomissione.

La colonna sonora del film è un elemento distintivo. Sin dai titoli di testa, la voce elegante e avvolgente di Annie Lennox accompagna "Kinds of Kindness" con la canzone "Sweet Dreams" degli Eurythmics, risalente al 1983.

Più informazioni:
Ordina per: Data | Fonte | Titolo