Cambiamenti nel consiglio di OpenAI: Microsoft e Apple si ritirano

OpenAI, l'organizzazione no-profit dedicata alla ricerca sull'intelligenza artificiale, ha recentemente subito alcuni cambiamenti significativi nella sua struttura di governance. Microsoft e Apple, due dei più importanti attori nel campo della tecnologia, hanno deciso di rinunciare ai loro posti nel consiglio di amministrazione di OpenAI.

Microsoft ha deciso di rinunciare al suo posto di osservatore nel consiglio di amministrazione di OpenAI, meno di otto mesi dopo averlo ottenuto. Questa decisione è stata confermata da OpenAI in una dichiarazione a The Verge. Non sono state fornite ulteriori motivazioni per questa decisione.

Anche Apple ha deciso di non partecipare al consiglio di OpenAI. L'azienda di Cupertino avrebbe rinunciato alla presenza nel board di Phil Schiller a seguito dei sempre più rigidi controlli da parte degli enti regolatori europei e statunitensi sul ruolo delle Big Tech all'interno delle start-up che si occupano di intelligenza artificiale.

In seguito a queste decisioni, OpenAI ha annunciato un nuovo approccio per coinvolgere i partner strategici come Microsoft e Apple, e gli investitori come Thrive Capital e Khosla Ventures. Questo nuovo approccio prevede l'indizione di riunioni speciali per informare i partner sui progressi in campo scientifico.

Questi cambiamenti nel consiglio di OpenAI potrebbero avere implicazioni significative per il futuro della ricerca sull'intelligenza artificiale. Con la partenza di due colossi tecnologici come Microsoft e Apple, OpenAI potrebbe dover cercare nuovi partner strategici per continuare a sviluppare la sua tecnologia. Tuttavia, l'organizzazione sembra essere pronta ad affrontare queste sfide con il suo nuovo approccio per coinvolgere i partner strategici.

Più informazioni:
Ordina per: Data | Fonte | Titolo