Attesa per la decisione sulla revisione del processo della strage di Erba

La strage di Erba, avvenuta l'11 dicembre 2006, è tornata alla ribalta con la possibile revisione del processo che ha condannato all'ergastolo Olindo Romano e Rosa Bazzi. Oggi, 10 luglio 2024, si tiene a Brescia l'udienza decisiva per la revisione del processo.

Olindo Romano, durante l'udienza, ha espresso la speranza di un nuovo processo. La decisione è ora nelle mani dei giudici di Brescia, che si sono ritirati in camera di consiglio dopo che il procuratore generale Guido Rispoli ha rinunciato alle repliche, ribadendo la sua posizione di inammissibilità delle istanze di revisione dei coniugi.

La strage di Erba ha causato quattro morti, tra cui un bambino di due anni, mentre una quinta persona è riuscita a sopravvivere. Le vittime erano Raffaella Castagna, il figlio Youssef, la madre Paola Galli e la vicina Valeria Cherubini. Il caso potrebbe riaprirsi clamorosamente quasi 18 anni dopo quella tragica giornata.

Azouz Marzouk, padre e marito di due delle vittime della strage, ha espresso il desiderio che il processo venga riaperto, indipendentemente dalle motivazioni. Le sue parole sono state pronunciate all'uscita dal palazzo di giustizia di Brescia, dove i giudici stanno deliberando sulla decisione di revisione del processo a carico di Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati in via definitiva per l'eccidio del 2011.

Più informazioni:
Ordina per: Data | Fonte | Titolo