I detenuti che disegnano i francobolli di papa Francesco

«In questi eremi di espiazione della pena, la corrispondenza, e quindi i francobolli, occupano un ruolo vitale, in termini di rapporti sociali e affettivi col mondo esterno. Chi ha provato l’esilio, in qualsiasi delle sue forme - scriveva Primo Levi - sa che nel grande continente della libertà, la libertà di comunicare è una provincia importante».... Fonte: La StampaLa Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti
Loading....