Finalizzato o no: come scegliere il prestito più adatto alle proprie esigenze

Corriere della Sera ECONOMIA

La scelta tra prestiti finalizzati e non Meglio risparmiare sugli interessi, a costo di vincolare la somma ricevuta a un determinato acquisto o spendere qualcosa in più, ma tenendosi le mani libere? È il dilemma alla base della scelta tra prestiti finalizzati e non. Una questione tutt’altro che teorica, con varie implicazioni. Con la valutazione che non potrà che basarsi su situazioni concrete, a partire dall’evoluzione dei costi di finanziamento. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Come viene calcolato il tasso d’interesse? La somma di un prestito tende a variare molto e soprattutto in base alle esigenze di colui o colei che lo richiede. Tuttavia, la cifra che viene spesso presa in considerazione tende ad essere di 10.000 euro. (Prima la Martesana)

Prestito massimo con la cessione del quinto – Scopriamo insieme in questo articolo qual è il prezzo massimo che si può richiedere e come funziona (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. (The Wam)

Un prestito personale permette di far fronte alle piccole o grandi esigenze del quotidiano favorendo la richiesta di un importo personalizzato, ma soprattutto con un iter veloce. (Oggi Treviso)

Il prestito al consumo dà la possibilità ad ogni tipo di cittadino di acquistare beni o servizi il cui pagamento può essere dilazionato nel tempo. Solitamente, il concetto di prestito al consumo è legato esclusivamente alla figura del privato e non alle aziende. (Prima Milano Ovest)

Oltre ai tassi di interesse calmierati, più vantaggiosi rispetto alla media di mercato, essi offrono meccanismi di restituzione pratici e sempre alla portata del richiedente. I prestiti in convenzione, quindi, rappresentano un’alternativa valida al caos del mercato creditizio italiano. (MetaNews.it)

Ci sono tante circostanze per cui si richiede un prestito di 10.000 euro. L’ampia concorrenza ha condotto all’offerta, da parte di finanziarie e istituti di credito, di condizioni agevolate e tassi convenienti. (Prima Bergamo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr