Gruppo Volkswagen, Diess di nuovo allo scontro con i sindacati - Quattroruote.it

Quattroruote ECONOMIA

Le nuove turbolenze ai vertici della Volkswagen risalgono agli inizi di settembre.

Diess avrebbe quindi attaccato la scelta presa in passato di escludere la storica fabbrica sassone dalla prima tornata di investimenti per l’elettrificazione.

In ogni caso, lo scontro con Cavallo rappresenta un nuovo capitolo di un rapporto ormai deteriorato di Diess con i rappresentanti sindacali.

Sin dai primi incarichi all’interno del gruppo Volkswagen, l'ad si è scontrato con molte resistenze al cambiamento e, soprattutto, con sindacati molto più potenti e influenti rispetto alla media tedesca

Herbert Diess, il numero uno del gruppo Volkswagen, si è trovato davanti un osso duro, talmente duro che da Wolfsburg arrivano già voci di crisi ai vertici. (Quattroruote)

La notizia riportata su altri media

Restare al passo con la rivale leader nel segmento delle auto elettriche non dovrebbe essere un grosso problema per il gruppo tedesco, ma questo potrebbe comportare alcune conseguenze non da poco. Diess non ha dubbi però nemmeno sulle conseguenze di questa rivalità: Volkswagen riuscirà a tenere il passo di Tesla nei prossimi anni, ma questo comporterà ulteriori tagli ai costi, compresa una riduzione del personale impiegato presso lo stabilimento principale di Wolfsburg (FormulaPassion.it)

In tutti questi casi, dice Krugman, si tratta di uno shock dell'offerta che riguarda i prezzi del petrolio e di altre materie prime Nonostante gli Stati Uniti siano il maggiore mercato del Gruppo VW, Diess ha ceduto e ha rinviato la partenza. (L'AntiDiplomatico)

Inoltre il Ceo sta finalmente misurandosi con la sfida dell'elettrificazione, dove storicamente Stellantis è indietro rispetto a rivali più "verdi" come Volkswagen. Il titolo Stellantis ha guadagnato quasi il 50% quest'anno, contro il 30% di Volkswagen (Yahoo Finanza)

Il mercato cinese è stato «particolarmente colpito» dalla mancanza di componenti e l’elevata la domanda dei clienti «non è stata soddisfatta», ha comunicato il gruppo tedesco. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr