Borsa, Milano sfiora -3% in chiusura: il ribasso del petrolio frena Eni

Corriere della Sera ESTERI

materie prime Petrolio, prezzi in forte calo.

In particolare, secondo gli analisti di Citi, le quotazioni dell’oro nero potrebbero scendere fino a 65 dollari al barile e oltre.

Anche Wall Street procede in netto calo, con il Dow Jones che cede l’1,81% a 30.534,41 punti, l’S&P 500 l’1,49% a 3.768,32 punti e il Nasdaq che arretra dello 0,34% a 11.089,50 punti.

Piazza Affari ha chiuso in forte calo insieme alle altre Borse europee e a Wall Street. (Corriere della Sera)

Su altre testate

Londra cede il 2,83%, Francoforte il 2,7%, Milano il 2,65%, Parigi il 2,6% e Madrid il 2,3%, mentre il Dow Jones lascia sul campo il 2,27% e il Nasdaq l'1,07%. L'allarme recessione frena anche il comparto auto, dopo il calo di oltre il 14% delle vendite di giugno in Francia (La Sicilia)

Sulle borse è tornata repentinamente la paura che una recessione sia quanto mai vicina. Prezzo del Wti sotto i 100 dollari. (Milano Finanza)

L'ipotesi di un crollo della domanda si riflette sul prezzo del petrolio, con il Wti di settembre tornato di colpo sotto i 100 dollari (-9%), innescando la corsa al dollaro come bene rifugio. Ad appesantire il clima gli indici Pmi sul settore servizi, che segnalano un'ulteriore frenata a giugno nell'area euro, e i prezzi del gas che continuano a restare su livelli di guardia. (Il Sole 24 ORE)

0,3%)08:00: Ordini industria, mensile (atteso -0,6%; preced. 56,1 punti)10:00: PMI composito (atteso 51,9 punti; preced. (Borsa Italiana)

In Asia, Tokyo archivia gli scambi a -1,2%. Il biglietto verde viene scambiato a 1,025 sull'euro, a 135,22 yen e a 1,193 sulla sterlina. (la Repubblica)

Martedì 5 luglio 2022 - 18:07. Paura recessione affonda Borse europee, Milano -2,99%. Spread Btp-Bund sui 199 pb. Pioggia di vendite sul listino. (Agenzia askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr