Petrolio in caduta libera: perché non si riducono benzina e gasolio?

QuiFinanza QuiFinanza (Economia)

E d’altro canto, le politiche di investimento sono generalmente di lungo periodo e con certe rigidità, quindi una riduzione marcata del prezzo comporterebbe pesanti perdite per le stesse.

Se si guarda la performance da inizio anno, le due qualità di greggio hanno perso oltre il 66% del valore, quindi il prezzo del petrolio si è più che dimezzato.

La notizia riportata su altri giornali

A tale andamento, ovviamente, può essere fornita una risposta la quale trova risoluzione nella composizione del prezzo dei carburanti: in Italia, infatti, solo minima parte di questo deriva dall’aspetto commerciale mentre tutto il resto pesa sull’aspetto fiscale (Accise ed IVA). (Tecnoandroid)

Il prezzo della materia prima grava per il 21% mentre quello commerciale per il 9%, poco se paragonato alle accise e all’IVA che, invece, hanno un peso del 60%. La domanda è: come è possibile una così enorme discrepanza tra il calo della materia prima e quello dei carburanti? (Money.it)

Da allora, la benzina è scesa di 13 centesimi e la diesel di 13,7 euro al litro. Stiamo dicendo, cioè, che in teoria un litro di benzina dovrebbe costarci oggi poco più di 1,30 euro e un litro di diesel circa 1,20 euro. (InvestireOggi.it)

A confermare questa tendenza italiana ci sono in effetti i dati della Commissione europea elaborati dall'unione petrolifera relativi ai prezzi dei carburanti della scorsa settimana. Anche nel calo del prezzo del gasolio l'Italia non brilla con i suoi –1,7 centesimi di euro contro i –3,7 centesimi della Francia e i –2,5 centesimi della Spagna (Motor1 Italia)

Se si guarda la performance da inizio anno, le due qualità di greggio, quindi il prezzo del petrolio si è più che dimezzato.Un trend iniziato con, che rappresenta il maggior importatore mondiale di "oro nero", accentuatosi poi con il. (Teleborsa)

Poiché attualmente il petrolio quota in area 22 dollari si capisce come le compagnie petrolifere cerchino di mantenere alto il prezzo della benzina per non ridurre ulteriormente i margini. (Il Vescovado Costa di Amalfi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.