Tirrenia: commissari chiedono sequestro di 180 milioni alla holding di Onorato

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Questa mossa fa seguito a quanto accaduto a giugno, quando i commissari stessi avevano deciso di citare in giudizio il gruppo dell'armatore ritenendolo responsabile del dissesto Cin-Tirrenia.

È quanto risulta a Radiocor.

Ascolta la versione audio dell'articolo. 4' di lettura. I commissari di Tirrenia in amministrazione straordinaria hanno chiesto al tribunale di Milano di disporre in via cautelare il sequestro conservativo di 180 milioni di euro nei confronti di Onorato Armatori, la holding dell'armatore Vincenzo Onorato che controlla Moby e Cin (ex Tirrenia), somma pari al credito vantato dalla procedura commissariale nei confronti di Cin. (Il Sole 24 ORE)

Ne parlano anche altri giornali

I commissari di Tirrenia in amministrazione straordinaria hanno chiesto al Tribunale di Milano di disporre in via cautelare il sequestro conservativo di 180 milioni di euro nei confronti di Onorato Armatori, la holding di Vincenzo Onorato che controlla Moby e Cin (ex Tirrenia). (ilmattino.it)

La richiesta di sequestro verrà discussa il 5 novembre. Le affermazioni e le argomentazioni utilizzate dai legali dei commissari di Tirrenia in As, peraltro, si basano su una perizia fatta da una consulente in conclamato conflitto di interessi che è stata profondamente confutata da ben tre perizie di professionisti di altissimo livello (The MediTelegraph)

La richiesta di sequestro verrà discussa il 5 novembre. Per i commissari, infatti, “Onorato Armatori esercita attività di direzione coordinamento di Cin e ha condotto quest’ultima al bordo dell’insolvenza, con gravissimo pregiudizio dei suoi creditori sociali”. (LA NOTIZIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr