I dati macro Usa avvantaggiano Piazza Affari

La Stampa ECONOMIA

Le indicazioni dal mercato del lavoro americano e quelle sugli ordini di beni durevoli sono risultate in miglioramento ma meno delle attese, e gli investitori ritengono che questo per le Borse sia un buon segnale, perché indurrà la Federal Reserve a mantenere più a lungo una politica monetaria espansiva.

Sul listino principale due soli titoli in negativo: Banco Bpm (-1,13%) e Telecom Italia (-1,01%) mentre fanno meglio di tutti Nexi (+4,05%), Diasorin (+3,20%), Unicredit (+2,76%) e Amplifon (+2,61%)

Ad avvantaggiare il mercato italiano anche l'opinione di Barclays, secondo cui nonostante i rialzi le valutazioni di Piazza Affari restano basse, e quindi interessanti. (La Stampa)

La notizia riportata su altre testate

Infine, la composizione del Ftse Mib è tale da essere orientata ai settori value e legati alla reflazione, che sono poi proprio le scommesse di punta della ripresa, secondo Barclays. Basti pensare che il Ftse Mib continua a viaggiare a livelli ancora inferiori del 40% rispetto al picco massimo testato nel maggio del 2007 (Finanzaonline.com)

Per visualizzare al meglio il sito de L’Unione Sarda.it ti consigliamo di scaricare l’ultima versione di uno dei browser supportati:. Il Team de L’Unione Sarda.it (L'Unione Sarda.it)

Ad avvantaggiare il mercato italiano anche l'opinione di Barclays, secondo cui nonostante i rialzi le valutazioni di Piazza Affari restano basse, e quindi interessanti. (La Gazzetta di Mantova)

Finché i prezzi si manterranno sopra questo livello, la tendenza di Piazza Affari rimarrà rialzista È stata una seduta col botto in Borsa e Piazza Affari cambia le carte in tavola. (Proiezioni di Borsa)

Valeria Panigada 25 giugno 2021 - 08:40. MILANO (Finanza.com). Le principali Borse europee, compresa Piazza Affari, dovrebbero avviare questa ultima seduta della settimana appena sopra la parità, dopo i record di Wall Street, sostenuti dall'avanzata del piano di investimenti nelle infrastrutture che alimenta l'ottimismo per la ripresa mondiale. (Finanza.com)

Tra gli altri dati, si segnalano gli indicatori di fiducia dell'Italia. L'inflazione, un'incertezza che tormenta gli investitori da diversi mesi, rimane comunque sullo sfondo e il mercato non mancherà di seguire da vicino i dati su reddito e spesa delle famiglie negli Stati Uniti, che includono l'indice dei prezzi core PCE, il barometro dell'inflazione guardato dalla Fed. (Yahoo Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr