SIMEST 2021: ripartono i contributi a fondo perduto a sostegno delle aziende esportatrici

SIMEST 2021: ripartono i contributi a fondo perduto a sostegno delle aziende esportatrici
Money.it ECONOMIA

Simest 2021: le linee di agevolazione previste. Come anticipato, Simest non intende modificare le linee di agevolazione lanciate nel corso del 2020.

Data l’alta appetibilità dei contributi a fondo perduto, si consiglia di prevedere la documentazione necessaria in anticipo rispetto alla data di presentazione

Ciò che rende particolarmente appetibili le misure promosse da Simest è il contributo a fondo perduto che può arrivare fino al 50% della domanda presentata. (Money.it)

La notizia riportata su altre testate

Tale indicazione era stata fornita in precedenza dall’Agenzia delle entrate in riferimento al primo contributo a fondo perduto previsto dal D. Il contributo a fondo perduto nel Decreto Sostegni: ammessi anche agenti e rappresentanti di commercio. (Investire Oggi)

L’importo complessivo messo a disposizione dal Comune per finanziare il progetto è di 30mila euro. (Tam Tam)

Partiti i contributi a fondo perduto del Decreto Sostegni: più di 600mila richieste in pagamento. Sono partiti gli ordinativi di pagamento per il contributo a fondo perduto per le partite Iva. (L'Occhio)

Contributi a fondo perduto per l'apertura di nuove attività « ilTamTam.it il giornale online dell'umbria

Potranno presentare domanda per il contributo a fondo perduto i soggetti che abbiano subito perdite di fatturato, tra il 2019 e il 2020, pari ad almeno il 30 per cento, calcolato sul valore medio mensile. (InvestireOggi.it)

Link utili Entrate, Guida al contributo Sostegni Altri provvedimenti. Speciali Nuovo contributo a fondo perduto: come gestire le domande ed evitare errori. In breve Se l’aiuto non spettante è già stato incassato, il percettore può regolarizzare la propria posizione restituendo la somma maggiorata di interessi e sanzioni. (Il Sole 24 ORE)

Fino ad oggi è stato erogato solo il 17% degli 11 miliardi messi a disposizione dal decreto Sostegni L’opzione della compensazione in alternativa all’accredito su conto corrente è stata scelta solo dall’1,65% dei soggetti, pari a 10mila domande. (QuiFinanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr