Perché la Russia taglia i tassi

Start Magazine ECONOMIA

La banca centrale vorrebbe contenerne l’ascesa.

La banca centrale della Russia ha tagliato ulteriormente i tassi di interesse, dal 14 all’11 per cento.

TASSI RIDOTTI DAL 14 ALL’11 PER CENTO. Oggi, nel corso di una riunione straordinaria, la banca centrale russa ha abbassato il suo parametro di riferimento dal 14 all’11 per cento.

Oltre a monitorare la valuta, attraverso questa misura la banca centrale vorrebbe stimolare l’economia, che si avvia verso una forte contrazione

Tutti i dettagli e le conseguenze sul rublo. (Start Magazine)

Se ne è parlato anche su altre testate

È la stima di Fitch che, in una nota, sottolinea come “la crescita del Pil rimarrà contenuta nei prossimi trimestri, a causa delle ricadute economiche della guerra in Ucraina” con particolare riferimento “all’aumento dei prezzi dell’energia, il calo dei redditi reali, il deterioramento della fiducia di imprese e famiglie e la debolezza della domanda esterna” Milano, 27 mag. (LaPresse)

Come avrebbe potuto il popolo di Putin sopravvivere con una moneta divenuta improvvisamente carta straccia? Il problema è che la Russia non sarà la sola a dover subire una recessione per via delle sanzioni (Proiezioni di Borsa)

La banca centrale della Russia ha tagliato ulteriormente i tassi di interesse, dal 14 all’11 per cento. Tutti i dettagli e le conseguenze sul rublo. La banca centrale russa ha ridotto i tassi di interesse per la terza volta in circa un mese, facendo sapere che i costi di finanziamento potrebbero diminuire ancora. (Start Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr