Covid, contagi «anche tra vaccinati ma incidenza 10 volte più bassa». Le nuove Faq dell'Iss - Il Mattino.it

Covid, contagi «anche tra vaccinati ma incidenza 10 volte più bassa». Le nuove Faq dell'Iss - Il Mattino.it
ilmattino.it SALUTE

Sono queste due delle indicazioni dell'Iss che ha aggiornato le Faq in relazione all'analisi dei casi Covid-19 registrati tra i vaccinati.

La protezione della vaccinazione. La vaccinazione anti-COVID-19, «come accade per tutte le vaccinazioni, non protegge il 100% degli individui vaccinati

Ci possono essere casi di contagi anche tra i vaccinati, ma in questo caso l'incidenza è 10 volte più bassa rispetto a chi è "scoperto". (ilmattino.it)

Su altre fonti

Dobbiamo essere consapevoli che solo il vaccino ci tirerà fuori dalla crisi creando condizioni sfavorevoli alla circolazione del virus. La protezione da malattia grave e morte è molto elevata, scende leggermente nel difendere dall’infezione: 88%, tasso comunque notevole” (Adnkronos)

Così al Corriere della Sera Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e portavoce del Comitato tecnico scientifico. Esiste una condizione che si chiama Long Covid, la persistenza dei sintomi a settimane dalla guarigione” (Virgilio Notizie)

Coronavirus, in Sicilia incidenza oltre i limiti ma i nuovi parametri allontanano la zona gialla: i vaccini f

Ecco perché è importante che anche i vaccinati seguano il principio di massima precauzione e indossino la mascherina nei luoghi dove è indicata». Negli ospedali italiani i ricoverati sono non vaccinati. (Open)

Con la ridefinizione dei parametri si stabilirà anche un numero minimo giornaliero di tamponi, molto probabilmente 150 ogni centomila abitanti. Intanto, l'Istituto superiore di Sanità ha pubblicato l'aggiornamento delle Faq sull'analisi dei casi Covid-19 registrati tra i vaccinati (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr