Coronavirus, in Puglia 140 casi su 5684 test e 7 vittime. Astrazeneca usato solo per i richiami. Tasso positività al 2,4%

Coronavirus, in Puglia 140 casi su 5684 test e 7 vittime. Astrazeneca usato solo per i richiami. Tasso positività al 2,4%
La Gazzetta del Mezzogiorno INTERNO

Il 69.55% dei vaccinati attende la seconda dose e c'è una giacenza di circa 100mila dosi.

ASTRAZENECA SOLO PER I RICHIAMI - In Puglia le dosi somministrate con AstraZeneca ad oggi sono 581.513 di cui 445.769 prime dosi e 135.744 seconde dosi e non si sono registrati casi avversi critici.

Sono 140 i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Puglia, secondo quanto riportato nel consueto bollettino epidemiologico diffuso dalla regione, su 5684 tamponi analizzati, il tasso di positività è del 2,4%. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il provvedimento riguarderà Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e Provincia Autonoma di Trento”. (LaPresse) – “Firmerò nelle prossime ore un’ordinanza che portera in zona bianca circa il 50% del Paese. (LaPresse)

14.347 sono i casi attualmente positivi. – In Puglia oggi 140 positivi al Covid, 22 nel Brindisino. (BrindisiOggi)

231.088 sono i pazienti guariti. (MolfettaViva)

Puglia verso zona bianca da lunedì, si attende ordinanza

I dati, in costante calo nelle ultime settimane, secondo alcuni sarebbero al limite. Nuovo sorprendente scenario per la zona bianca in Puglia. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi venerdì 11 giugno 2021 in Puglia, sono stati registrati 5.684 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 140 casi positivi: 38 in provincia di Bari, 22 in provincia di Brindisi, 9 nella provincia BAT, 26 in provincia di Foggia, 18 in provincia di Lecce, 26 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione. (TraniViva)

Secondo quanto si apprende, infatti, i dati del monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute, ora all'esame della cabina di regia, confermerebbero il passaggio nella zona a meno restrizioni per l'Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, Provincia autonoma di Trento e Puglia (AndriaViva)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr