Enel in calo dopo la trimestrale, ma per gli analisti il peggio è passato

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

La compensazione arriverà dal maggiore capital gain atteso su Open Fiber (1,7 miliardi rispetto agli 1,4 miliardi messi a piano).

L'Ebitda ordinario per esempio si è attestato a 4,159 miliardi (-12%), contro un consensus di 4,185 miliardi, l'utile netto a 1,214 miliardi (1,197 miliardi) e l'indebitamento finanziario netto a 45,84 miliardi (45,777 miliardi).

Conclusione: «La qualità dei risultati del primo trimestre è quindi leggermente inferiore alle attese». (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

Enel ha confermato i target finanziari relativi all’esercizio 2021, comunicati a novembre 2020. Il management di Enel ha confermato i target finanziari relativi all’esercizio 2021, comunicati a novembre 2020, in occasione della presentazione del piano strategico per il triennio 2021-2023. (SoldiOnline.it)

L’utile netto si è attestato a 1.176 milioni, in ribasso del 5,7%. Enel ha archiviato il primo trimestre dell’anno con ricavi pari a 17.107 milioni di euro, in calo del 14,4% rispetto al corrispondente periodo del 2020, a causa delle attività di Generazione Termoelettrica e Trading in Italia e Spagna, per le minori attività di trading, alle infrastrutture e Reti principalmente in America Latina per l’effetto cambi negativo e ai Mercati Finali, per le minori quantità di energia elettrica vendute in Spagna. (Finanzaonline.com)

In parte, si cominciano a intravedere i segnali di ripresa sui consumi di energia: il che significa che nel primo trimestre i fondamentali della società, che ha nel Tesoro il suo azionista di maggioranza, sono tutti in calo dal fatturato all'utile netto, con l'eccezione degli investimenti. (la Repubblica)

A Milano, la debolezza dei risultati finanziari ha avuto effetto: alle ore 11.26 le azioni Enel scambiano a 8,15 euro, in calo dell’142%. Azioni Enel in perdita oggi a Piazza Affari: il titolo è scivolato sui conti del periodo gennaio-marzo 2021. (Money.it)

2' di lettura. Enel chiude il primo trimestre dell'anno con ricavi in flessione a 17,107 miliardi di euro (-14,4% dai 19,985 miliardi nel primo trimestre del 2020). Il risultato netto ordinario del gruppo si attesta a 1,214 miliardi (-5,2%) e il risultato netto del gruppo a 1,176 miliardi (-5,7%). (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr